SCOPRIAMO LO ZAR DI AGRIGENTO

Oggi ai nostri microfoni c’è Nicola Zalotov, detto lo Zar, è un grande amico nonché astro nascente dell’Akragas, chi meglio di lui per il mio battesimo del fuoco come nuova penna di Progetto X?

Ciao Nicola, presentati ai lettori.

È inutile che mi presenti, tutti sanno che è lo Zar che sta parlando, anzi per chi ancora non lo sapesse me lo dica che gli mando immediatamente l’esercito *ride* Sono un’ala, ricopro entrambe le fasce e gioco nell’Akragas, e rappresento anche la Nazionale nell’Under 21.

Negli ultimi mesi Salvatore Campagna, allenatore della Cremonese Markappa, ha più volte ribadito di volerti nella sua squadra, cosa puoi dirci?

Lo stesso che direbbe Ciccio Brienza se lo volesse il Napoli: “ma che ca…?”. Mister Campagna mi ha già allenato una volta nella mia primissima convocazione in Nazionale Under 21, è una persona disponibilissima e molto simpatica e allena la seconda della classe da neopromosso, non è proprio l’ultimo arrivato. Se dicessi che non vorrei andare alla Cremonese mentirei spudoratamente, hanno un gruppo attivissimo e chi non vorrebbe giocare in Champions, soprattutto per uno come me che ha concluso la sua prima stagione all’interno del progetto, perché mi sono iscritto durante la fine della S3, riuscendo comunque a dare il mio contributo nella vittoria dei Playoff di C. Nell’Akragas mi trovo benissimo, ho un presidente fantastico e compagni di squadra simpaticissimi, mi piacerebbe giusto un po’ più di attività da parte di tutti, con più attività sarebbe il gruppo perfetto. Con questo vorrei salutare il mio Mister della nazionale e dirgli: “Salvatore ti prego compra…ti una bella cravatta”.

Da poco hai rinnovato il contratto con l’akragas, cosa si prova ad essere il giocatore più pagato della rosa?

Eh bè, dopo un po’ che mi dava quella miseria di stipendio ho deciso di “parlargli” ed eccomi qui. *ride* Scherzi a parte, sono felice che il presidente creda così tanto in me, anche perché sa che sono attivissimo e mi vuole aiutare per potermi migliorare a fine stagione, data la mia scheda per certi versi orribile. Tra Bonus e stipendio punto a migliorarmi tanto per la prossima stagione e a non ripetere la prestazione opaca di quest’anno. Sono legato all’Akragas fino alla S9 è vero, ma col presidente ho un rapporto bellissimo e so che se gli chiedessi la cessione, per puntare a qualcosa di più, non mi terrebbe contro la mia volontà, sicuramente, però, ci vorrà guadagnare un bel gruzzoletto, per la mia attività più che altro.

Come mai parli di stagione opaca? Cosa non ha funzionato?

Sai quando sei un’ala e non segni da più di 30 partite due considerazioni te le fai, ho fatto 4 gol nelle prime 5 o 6 partite e poi solo qualche assist, non si può considerare completamente un disastro, ma sicuramente è stato un fallimento, soprattutto per gli obbiettivi che mi ero posto, cioè di andare in doppia cifra sia di gol che di assist, che dovrò a tutti i costi raggiungere nella prossima stagione.

Un’ultima domanda, con chi hai legato di più all’interno del Progetto?

Be’ sicuramente con il mio compagno di reparto Leo Vecchio, scarso come pochi ma vero e proprio bomber (magari lo fosse anche in campo), poi naturalmente anche con tutti i miei compagni dell’Akragas. È stato bello potersi anche confrontare con i miei compagni all’Under 21, soprattutto con quella mente malata di Yuri Monti, letteralmente fuori di testa, ma ha quella demenza che piace (mi ha obbligato a dirlo sennò mi perseguiterà per il resto della mia vita, non voglio mandare al cimitero tutto il mio esercito).

Grazie mille della disponibilità.

Ti ringrazio io, per questa intervista, saluto tutti i membri del progetto e sappi ti voglio bene scarsone.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento