INTERVISTA A STEFANO STRANGES (CAMPOBASSO).

Il Campobasso, squadra militante nel girone C della serie C, ha avuto una stagione particolare. Viene acquistata a stagione in corso e ottiene una rosa formata da solo umani solo dopo qualche giornata e da lì inizia una straordinaria serie di vittorie interrotta solo due volte con le sconfitte subite per forza della Reggina e dei campioni del Cagliari. Una stagione che fa molto sperare per il futuro, chissà se mister Guzzi riuscirà a trascinarli ancora in questo modo.

Giornalista: Salve Stefano e bentornato ai microfoni di Project Devils, se non le dispiace avrei qualche domanda per lei.

Stefano: Grazie dell’invito, mi dica pure.

Giornalista: La stagione è appena terminata, mi faccia un rapido resoconto. Come è andata? Ha avuto delusioni o solo grandi successi?

Stefano: La stagione è stata un po’ “particolare”, perché siamo entrati in corsa quando oramai si era già nel girone di ritorno, e abbiamo dovuto fare in fretta per non rimanere indietro. Nonostante gli sforzi profusi da parte di tutta la dirigenza e dei ragazzi sul campo e nonostante una serie di successi consecutivi, l’unico obbiettivo raggiungibile, i play-off, non sono arrivati. Non parlerei di fallimento , anzi, abbiamo dimostrato di saper tenere testa a tutti; abbiamo vinto quasi sempre da quando abbiamo avuto tutti giocatori umani; si è creato un gruppo unito e sono soddisfatto della mia prima stagione da presidente. Ora ci butteremo sul mercato per prenderci direttamente ciò che non abbiamo potuto prendere indirettamente quest’anno: la serie B. L’unico rimpianto, forse, è stato non comprare prima il Campobasso, magari saremmo ai play-off, o addirittura in B, ma magari è un segno del destino che ha deciso che comprassi il Campobasso, salvandolo dal fallimento, proprio in quel giorno, per fare in modo che poi arrivassero il mister, il DS e il marketing manager che ho scelto nonché i nostri ragazzi . Se lo avessi preso prima probabilmente ora non ci sarebbero e probabilmente non avremmo ottenuto i risultati che abbiamo ottenuto col loro duro lavoro.

Giornalista: Ha già palesato le riconferme del mister e del suo staff per la prossima stagione. Obbiettivo stagionale?

Stefano: Non mi nascondo, sono venuto in Molise per comprare il Campobasso e portarlo fino in Europa, quindi prossimo obbiettivo è la serie B diretta per iniziare la risalita. Più in là penseremo anche a lottare per la Coppa Italia, ma non voglio mettere troppa pressione addosso ai ragazzi, anche se ovviamente se parteciperemo, più avanti andremo più saremo soddisfatti.

Giornalista: Ha intenzione di mantenere un’unica presidenza all’interno del progetto o ha qualche scoop da darci?

Stefano: Sto sondando il terreno per acquistare una società di A da affiliare al Campobasso. Per il momento ho avanzato un’offerta per una squadra di cui non posso fare il nome, anche perché ancora non si sa se sarà rinnovata o meno, in attesa di sapere il nome di altre eventuali società che non verranno rinnovate. Se l’accoppiata dovesse risultare vincente proseguirò a gestire entrambe le squadre, altrimenti rinuncerò al rinnovo dell’affiliata per continuare il sogno Europa con il Campobasso.

Giornalista: Ha mai pensato di portare il suo giocatore dalla Juventus al Campobasso?

Stefano: Ci ho pensato, soprattutto agli inizi, per dare una mano anche sul campo alla squadra e per potermi concentrare esclusivamente concentrare su di lei, ci ho ripensato in prospettiva regen, ma alla fine gli attestati di stima e affetto hanno portato il mio cuore ad optare per restare alla Juventus.

Giornalista: Ha in mente colpi di mercato importanti, e che tipo di mercato sarà?

Stefano: Fin da subito, a campionato non ancora concluso, ci siamo mossi per tentare di portare a segno dei colpi importanti per centrare subito l’obbiettivo serie B, aggiungendo dei top player ad una squadra già molto forte. Per ora abbiamo due colpi in attesa di ufficialità, stiamo lavorando su un terzo. Alcuni obbiettivi sono sfumati, ora ho appena contattato un grandissimo giocatore di B al quale vorremo affidare le redini del centrocampo per guidarci in cadetteria, ma sarà molto tosta. In ogni caso al momento sono molto soddisfatto del nostro mercato, perché a meno di imprevisti avremo due grandi giocatori in rosa per la prossima stagione.

Giornalista: Buona fortuna per il nuovo anno e in bocca al lupo.

Stefano: Viva il lupo e buona fortuna anche a te.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento