Foggia, “botti” di fine campionato.

di Giovanni Nisi

In un campionato ormai giunto al termine, per le squadre con l’obiettivo salvezza già raggiunto è tempo di pensare al futuro, al mercato, alla prossima stagione e anche fare qualche esperimento per nuove tattiche. Il Foggia di mister Marchi, decide di far vivere questi ultimi scampoli di campionato ai propri tifosi senza farli annoiare. Arriva infatti una roboante vittoria contro il Chievo, vittoria a tratti neanche lontanamente immaginata.

LA PARTITA

I rossoneri si presentano inizialmente con un 4-2-3-1 con Cruccu e Martellosio ad agire come ali. Con un Micheli in versione trequartista, il resto del centrocampo viene confermato secondo gli standard della stagione. Confermato Sassu da difensore centrale, nel suo nuovo ruolo dopo una prima parte di stagione da mezz’ala.

Foggia che a sorpresa va in vantaggio al minuto 8 con il gol di Martellosio. Chievo che subisce il contraccolpo, stupito dall’immediato vantaggio dei rossoneri. Partita molto fallosa, come dimostrato dai ben 6 cartellini gialli totali (2 per il Foggia, 4 per il Chievo). Foggia che cerca di gestire il prezioso risultato con gli inserimenti di Carrara, Petrakiev e Niglio. La partita prende una piega definitiva nei minuti finali quando prima Cruccu segna il gol del 2-0 e poi Giunti subisce un infortunio che complica ulteriormente i piani dei gialloblù.

A confermare le intuizioni di mister Marchi il voto di migliore in campo dato a Sassu, autore di ben 5 contrasti decisivi, che termina l’incontro con il voto di 8,3. Seguono, per citarne solo alcuni, Martellosio con un’ottima prestazione da 8,2 seguito da Carbutti con 7,6 e, con un voto ex-aequo di 7,3 Cruccu e Zaffuto.

Partita sicuramente da ricordare per i rossoneri, soprattutto in vista della prossima stagione dove, per continuare a livelli anche più alti dovranno sfornare prestazioni di questo tipo con maggior frequenza. Ultimo appuntamento di campionato del Foggia in questa Serie B PG è dato alla prossima giornata dove affronterà la Salernitana.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento