Rivoluzione Akragas: nuovo socio per Di Gaetano, cambiano allenatore e Ds

Una vera e propria rivoluzione  in terra siciliana. Dopo una stagione conclusasi per il rotto della cuffia con la salvezza in B, in casa Akragas si è voluto cambiare rotta: il presidente Paolo Di Gaetano ha chiamato a sé Davide Gismondi, che intraprenderà la doppia carriera di calciatore e socio finanziatore per progettare il futuro, che passa da Gabriele Di Leo nel ruolo di mister e Giorgio Sciubba in quello di DS. “Dopo due stagioni da amministratore unico – ci dice Di Gaetano – avevo bisogno di una mano per gestire le spese e Gismondi ha deciso di darmi una mano. L’ex DS Fumagalli ci aveva chiesto di ricoprire il suo ruolo originario di presidente del Monza, mentre mister Frunzio ha svolto bene il ruolo di traghettatore”.

Davide Gismondi sottolinea il rapporto con Di Gaetano come molla per renderlo un dirigente dell’Akragas: “Paolo è stato sempre il primo a credere in me e a darmi fiducia. L’idea nasce dal fatto di voler rappresentare questa prestigiosa Società e di volerla portare più in alto possibile, visto che per me hanno fatto molto. Parlando con Paolo, ci siamo accorti di avere molte idee e progetti in comune per il bene della squadra. Dopo due stagioni con questa maglia la sento come una seconda pelle, volevo aiutare Paolo che da due anni è l’unico investitore. L’Akragas ormai è come una famiglia”.

Anche in panchina, come accennato, c’è il cambio della guardia, con Gabriele Di Leo che prende il posto del traghettatore Frunzio: “Una mia scommessa – dice il presidente – . Con la Spal, squadra poco attiva, ha fatto una super stagione da quando si è seduto sulla panchina: sono certo che ripagherà la nostra fiducia. Lo avevo già individuato come sostituto di Trovato durante la stagione 4 ma guidava già la Spal. L’ho osservato durante l’anno e con la retrocessione degli spallini è diventato possibile rendere Di Leo il nostro allenatore”.  Di Leo è pronto al nuovo ruolo: “Sono felice che una squadra così importante come l’Akragas abbia scelto me come allenatore per la prossima stagione. Non mi aspettavo assolutamente questa offerta e farò di tutto per ripagare la fiducia del presidente del ds e dei giocatori. Non ho ancora avuto modo di conoscere la squadra ma lo farò appena sarà finita questa stagione. Ho avuto modo di conoscere i ragazzi soltanto come avversari in campionato e sono rimasto colpito dalla qualità di alcuni di loro ma anche dall’ attività della squadra”. A chiudere il nostro giro di interviste è il DS Sciubba, con la testa già al futuro e con il compito di costruire la squadra più competitiva possibile: “Dovrò mettermi d’accordo con il mister, presidente e squadra per come muovermi. In primis, l’obiettivo è creare un gruppo compatto e attivo, ma conoscendo il presidente, immagino che si voglia lottare subito per le zone alte di classifica. La motivazione che mi ha spinto qui? L’amicizia con Paolo. Ed essere qui, in B, è un’avventura stimolante”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento