I ragazzi Terribili dell’Alessandria

9 Maggio 2019: con un comunicato stampa La Sport United Capital Association 800A, già proprietaria del Palermo calcio PG 800A, annuncia la costituzione della nuova consociata Manager Club Network M.C.N. per l’acquisizione della nuova società Alessandria Calcio M.C.N. PG 2019, team che attualmente milita nel girone A del campionato di serie C.

Quel 9 Maggio 2019 è iniziata la favola dei Grigi!

Prima dell’acquisizione da parte della Manager Club Network M.C.N. gestita dai soci Alessandro Riggio, Giampiero Joel, Leo Vecchio, Fabio Arcoleo e Salvatore Grassadonia l’Alessandria stazionava tra le ultime in classifica. Con la rivoluzione societaria sono arrivati anche nuovi calciatori, nuova linfa che ha fatto la fortuna della squadra, permettendo fin da subito di premere forte sull’acceleratore.

Alla corte di Grassadonia, alla sua prima panchina all’interno del progetto, sono arrivati:

Di Mauro, Bottino, Garofalo, Baio, Lima, Fontana, Tarantino, i fratelli Ragona, Scibetta, Const, Jerome, i fratelli Ceraolo e Castiglia.

Giusto il tempo di studiare i calciatori e le loro caratteristiche che mister Grassadonia schiera un 4-2-3-1 con l’obiettivo di scardinare le difese avversarie. Pronti, via… 4 – 1 in trasferta contro l’Albinoleffe e subito 3 punti per i grigi; più equilibrata, invece, la sfida contro il Pordenone in casa, terminata 2 – 1 per l’Alessandria, con le reti di P. Ceraolo e G. Ragona.

Bel gioco, ottimi risultati e primi calciatori in evidenza: tra i più spiccano P. Ceraolo, M. Scibetta e Jerome molto presenti sia in campo che all’interno dello spogliatoio, estremamente partecipi alla vita del Progetto e del Club.

Come un fulmine a ciel sereno però, il 22 Maggio 19 arriva la prima battuta d’arresto: sconfitta per 2 – 1  in trasferta a Varese e primi dubbi sul 4 – 2 – 3 – 1  da parte di mister Grassadonia, il quale senza fare drammi si rimbocca le maniche e rimodella la squadra con un più semplice e coperto 4-4-2, avanzando Const dalla trequarti a fianco della prima punta, così da poter sopperire alle partenze di P. Ceraolo e M. Scibetta, andati a titolo definitivo al Palermo.

Da quel momento in poi l’Alessandria sa solo vincere: arrivano due vittorie schiaccianti contro Alto Adige e Como Pirates, entrambe in casa per 3 – 0; Successivamente tocca al Monza in trasferta soccombere per 3 reti a 2, fino ad arrivare al vero capolavoro tattico: 5 – 0  in casa di un Venezia che lotta per l’approdo diretto in serie B. Entusiasmo alle stelle e grande partecipazione da parte di tutti i ragazzi dell’Alessandria, che da quel momento verranno soprannominati “I Ragazzi Terribili”.

Nel frattempo, saluta pure G. Castiglia (girato in prestito al Palermo) ed arrivano A. Acciaroli e G. Corveto anche loro con la formula del prestito secco dal Palermo. Gli avversari seguendo le trattative speravano in un ridimensionamento della rosa ma, come insegna la proprietà commutativa: “cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia”; Nuovi innesti subito integrati in rosa e grigi che firmano il loro record stagionale di vittorie consecutive, sette, in concomitanza al record di gol segnati in stagione, ben 9 ai danni dell’Albese del DS Campagna.

Purtroppo, nulla dura in eterno e ci pensa il Crema allenato da mister Pironti a riportare i ragazzi terribili con i piedi per terra: 3 – 2 in trasferta e testa alla prossima partita, per ripartire, per l’orgoglio.

Le motivazioni sono tantissime, così com’è tanta la rabbia per una sconfitta a Crema e questo fortunatamente si trasforma in una prestazione eccezionale, che disbriga subito la pratica Treviso. Sei reti ed il solito Jerome in stato di grazia: 16 reti in undici presenze per lui.

Arrivano tre punti per niente scontati anche in casa del Verona, terminata 2 – 4 per i ragazzi di Grassadonia.

Lo spogliatoio è coeso, mister e presidenza lavorano a stretto contatto e c’è ottimismo sul futuro della Società. Si parla di un gruppo veramente solido, attivo sulle vicende sia del club dove militano che del Palermo, in quanto sperano in futuro di poterne far parte.

Mancano ancora quattro partite alla fine del campionato: Mantova, Udinese, Juve Domo e Pro Vercelli; 12 punti che potrebbero anche dire play-off: Fin dove arriveranno i ragazzi terribili dell’Alessandria?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento