Io sono solo rossonero

G: “Chi è Francesco Borrelli nella realtà?”
F: “Allora Francesco Borrelli nella realtà è uno studente, al secondo anno di economia, amante del rap, Gemitaiz e Nitro su tutti, e della musica in generale.
Ovviamente amo il calcio ed è proprio allo stadio, al Pino Zaccheria di Foggia, che fuoriesce la mia parte più selvaggia. Sono un tifoso accanito di Foggia e Milan, fa strano ma…si, tifo due squadre, e mi ucciderei per loro.”
G: “Come hai conosciuto PG? Dove trovi gli stimoli per continuare essendo te un S1?”
F: “Ho conosciuto il PG parlando con Mattia Crippa che mi ha detto “se ti piace fm ti si apre un mondo intero” e aveva ragione. Gli stimoli per continuare li trovo grazie alla gente che ho conosciuto e con la quale ho instaurato un rapporto magnifico anche extraprogettuale (Zirattu, Guassone, bicoccU, Paparella e molti altri nomi che potrei fare).
Poi da questa stagione sono ds del Foggia, è una nuova esperienza ma ho tantissima voglia nel portare la squadra in serie A. L’anno prossimo daremo filo da torcere a molte squadre. Attenzione ai Satanelli.
Questo è un consiglio che do a tutti i nuovi iscritti: provate nuove esperienze, non vi soffermate al semplice giocatore. C’è un mondo che potete scoprire!”
G: “Cosa ti ha portato a rimanere dopo “serveropoli”?”
F: “Come detto prima, sono anche milanista e questo gioco l’ho tramutato come se fosse la realtà. Non potevo abbandonare la squadra nel momento peggiore della sua storia, volevo contribuire a farla rinascere e a portarla (vista la classifica) alla salvezza.
Ho sempre detto anche in altre interviste che non mi vedo con nessun’altra maglia al di fuori di quella del Milan o al massimo del Foggia.”
G: “Com’è fare il ds nella squadra della propria città?”
F: “Stupendo. È una cosa che mi da un sacco di stimoli e mi fa gasare.
Amo fare trattative, redigere il bilancio e portare i conti. È come se alcune cose di economia che studio, le applicassi al pg.
Mattia Crippa, il presidente, ha avuto il coraggio di credere in me che sono un novellino nel ruolo, però credo che lo sto ripagando nel migliore dei modi essendo noi a pochi punti dalla salvezza da neopromossi.
Il merito è anche del mister Spicchio Mariani e dei nostri giocatori che son tutti fenomenali e attivi.”
G: “É vero che Crippa é poco presente? E l’anno prossimo non rinnoverà la presidenza?”
F: “Non ho parlato con lui del prossimo anno dal punto di vista societario. Mattia è molto presente da dietro le quinte anche se non ha avuto modo di interagire con la squadra.
Sono tranquillo, il futuro del Foggia è tutt’altro che scuro!”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento