Caos Reggina: ecco cosa sta succedendo

I tifosi della Reggina non stanno vivendo un periodo facile: sono infatti influenzati dalla caotica situazione che caratterizza la società calabrese.

Due sono le principali problematiche: il malcontento dei giocatori, che stanno iniziando a prendere in considerazione l’idea di trasferirsi in altre società, e la complicata situazione dei D.S.: in meno di dodici ore, molte trattative che hanno coinvolto la Reggina sono state annullate dagli amministratori. Il motivo è semplice: Gaetano Giongrandi, giocatore del Campobasso, scelto dalla società calabrese, non è abilitato a svolgere il lavoro di DS poiché non ha il patentino necessario. La Reggina ha perciò deciso di sostituirlo il più velocemente possibile e il nome che il C.D. della società ha approvato è quello di Oliver Mayor, presidente del Livorno. La scelta si è dimostrata non corretta: Mayor infatti è stato protagonista di una accesa discussione con alcuni amministratori e altri D.S. per l’annullamento di una trattativa tra Reggina e Livorno: inizialmente si era preso in considerazione il conflitto di interesse: il regolamento vieta il trasferimento di uno o più giocatori tra due società non affiliate che, nei loro rispettivi staff, presentano persone in comune, anche se non ricoprono lo stesso ruolo. Mayor si è difeso dalle accuse dicendo che la trattativa si era svolta seguendo le regole, perché era stata chiusa prima che egli diventasse il D.S. della Reggina. In realtà Mayor, dalle informazioni emerse durante la discussione, avrebbe violato due articoli del regolamento: sicuramente ha assunto il ruolo di D.S. della Reggina senza l’opportuna abilitazione (abilitazione ottenuta in data 24/05 n.d.r. con successiva ufficialità della nomina a d.s. della Reggina) ; la seconda riguarda il conflitto di interessi, già sopracitato. Se invece la trattativa tra le due società è avvenuta prima della nomina di Mayor come D.S. calabrese, egli non avrebbe infranto una norma del regolamento, ma la trattativa sarebbe comunque annullata poiché Giongrandi non è abilitato come direttore sportivo, perciò non è neanche autorizzato a effettuare trattative. La trattativa è stata ufficialmente annullata.

La redazione si augura che la Reggina possa trovare un D.S. adatto alla situazione non semplice e che possa, insieme al mister, permettere alla squadra di raggiungere il prima possibile la promozione in Serie B.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento