Catanzaro e Fublet, l’unione fa la forza

Buonasera cari lettori e lettrici di Progetto X, siamo qui oggi con Paolo Bianchi, Mauro Carfì e Simone Rotelli, per annunciarvi l’acquisto del Catanzaro Calcio che diventa ufficialmente un Academy. Da dove deriva la vostra scelta di acquistare una squadra di C e perché proprio il Catanzaro?

Paolo:Personalmente posso dire che ne stiamo parlando da mesi tra “lo staff del Fublet”. È una cosa che volevamo fare riuscendo a mantenere lo spirito di squadra che ci contraddistingue anche nell’academy, mettere in piedi un gruppo compatto di 30 e passa giocatori anche se fisicamente in 2 squadre diverse.
Quello che ci piace è avere giocatori affezionati, che vogliono restare nella squadra nonostante l’interesse di squadre magari piazzate meglio o, come negli anni scorsi, in serie maggiori…. E per noi il Catanzaro dovrà rispecchiare gli stessi valori.
E poi, personalmente, avevo paura dell’impegno da prendere… Ma qui mi hanno soccorso Mauro e Simone, e non potevo chiedere di meglio!

Simone:Per quanto mi riguarda ho sempre sognato di essere proprietario di una squadra. Però avevo paura di non riuscire a gestire l’impegno da solo. Poi quando ho sentito Paolo che ne parlava ho colto la palla al balzo e ho deciso di buttarmi. Poterlo fare con due superpotenze come Lui e Mauro é un onore e ci sarà da divertirsi. Per quanto riguarda la scelta del Catanzaro era forse il nome più condiviso. C’erano altre possibilità ma ci è sembrata la sfida più avvincente.

Nkarfyé: In gasa Fubled barlare di Agademy da fine sdagione sgorsa. Inizio degiso di non fare ber baura disdruggere grubbo Fubled, ma ora gabido ghe ber grescida di sguadra moldo imbordande avere gandera in gui grescere ragadsi. Disgusso moldo gon Baolo, Simone, Maddeo, Nigolò e Gabriele su gome gesdire due sguadra, sobradduddo berghé noi volere grubbo unigo, non diviso. Anghe filosofia sogiale dovere essere sdessa gosì nuovi ragadsi imbarare subido a gonoscere noi e nordo modo sbegiale di gesdire sguadra.
Per scelda sguadra io endrado in cordada dobo degisione quindi no deciso niende, berò essere d’aggordo con miei goleghi.
Io essere moldo imbegnado uldimamende quindi avere bogo dembo da dedigare, berò essere moldo felige di guesda nuova avvendura con amigi, io sabere noi bodere fare grande lavoro insieme. Noi grande famiglia!

Pare chiaro che dunque l’obbiettivo è quello di tenere due realtà unite, ma ora viene il dubbio, l’obbiettivo per il Catanzaro è quello di rimanere in C per l’affiliazione o pensate già dalla prossima stagione di portarla in alto?

Paolo: Lato mio ti dico che se avessimo voluto salire subito avremmo scelto una tra Reggiana, Catania e Modena, che si trovano in una posizione nettamente migliore in classifica (il Catanzaro è 14mo in C/C).
Al momento dobbiamo costruire, ma con un mister come Martinelli sai mai… Magari fa subito un miracolo sportivo!

Simone:Mi piacciono le sfide. A football manager non mi diverto mai partendo da squadroni come il Real o il Chelsea e se vinco facilmente mi annoio subito. Ero in A da campione d’Italia con l’Udinese ma lo scudetto subito mi aveva demotivato e reso inattivo. Poi la chiamata di mister Martinelli e del presidente Paolo Bianchi seppur in B mi hanno dato nuova vita calcistica. Cercheremo di costruire un progetto a medio lungo termine e poi vediamo dove saremo. L’importante è creare un bel gruppo e divertirsi. Poi verranno anche i risultati.

Nkarfyé:Singeramende io neanghe sabere in ghe bosizione essere Gadanzaro, no imbordande ber me. Obbieddivo essere fare grescere giovani e Nigolò essere garandzia. Non nasgondiamo ghe essere diffigile bromodzione berghè giogadori bravi andare in Fubled o aldre grandi sguadre, berò bel grubbo con grande allenadore… duddo buò suggedere no?

Chiarissimo certo, pensate che l’affiliazione possa causarvi problemi? Del tipo che magari i nuovi, spinti dall’entusiasmo possano puntare alla promozione, mentre in generale lo scopo per un affiliata è quella di limitarsi a far crescere i giovani e rimanere in C, per sfruttare al massimo l’affiliazione?

Paolo: Mah allora…. We have a dream…Scherzi a parte, noi vorremmo creare un gruppo importante in cui Fublet e Catanzaro abbiano solo differenza di serie.
Vorremmo provare a far capire ai giocatori che quello in cui si trovano è solo un punto di partenza per fare un salto di categoria, tramite una cessione importante, oppure una crescita con alle spalle una società seria e coesa.
Vorremmo creare uno “spogliatoio esteso”, un punto dove far crescere i nostri vecchi che si ritireranno e promuovere i migliori in prima squadra.
Vogliamo cercare di creare armonia insomma.
Poi quello che arriverà si vedrà.
Di certo noi ci metteremo tutto l’impegno e la passione possibile.

Simone:Uno degli obiettivi è creare una realtà giovane dove i giocatori possano crescere tranquilli e dove possano mettersi in mostra sapendo che c’è una possibilità concreta di salire di categoria in A. Poi chiaramente non tutti potranno far parte del Fublet ma se qualcuno in A ricevesse un’offerta importante e decidesse di proseguire la carriera altrove qualcuno dal Catanzaro avrebbe una chance importante. Insomma fare bene con il Catanzaro deve essere un incentivo e noi offriamo una possibilità ai nostri futuri giocatori. Speriamo che i giocatori vogliano venire da noi, che ci scelgano rispetto ad altre realtà perché da noi si sta bene prima di tutto. Abbiamo poi un mister come Martinelli che è bravissimo a valorizzare i giocatori. Un presidente come Paolo é una garanzia di serietà. Penso che per un giocatore conti molto sapere di essere con gente competente e che ci tiene alla tua crescita e non a guadagnarci. Conoscendo Paolo non gli importa di essere la società più ricca del progetto. Vogliamo essere una famiglia allargata e toglierci grandi soddisfazioni. Sono sicuro che sarà così.

Nkarfyè: Nessun broblema! Nessuno sdare in Gadanzaro ber drobbo dembo, duddi grescere e andare in Fubled mendre regen andare in Gadanzaro ber grescere, il duddo sendza berdere condaddo gon sguadra madre Fubled. Le oggasioni essere dande ber duddi. Solo broblema essere ghe noi affedzionare con duddi e sembre essere diffigile lasciare andare via giogadore.

Ci auguriamo che ciò possa avvenire. Come di consueto lascio l’ultima parola a voi ringraziandovi in anticipo per la disponibilità e sopratutto un ringraziamento speciale a Nkarfyè, che nonostante le difficoltà linguistiche è voluto intervenire ai nostri microfoni.

Paolo: Io voglio solo ringraziare i miei nuovi soci Mauro e Simone che hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura.
Un grazie anche a Nico che si è prestato subito ad allenare anche il Catanzaro e a Gabriele che si sdoppierà nel ruolo di DS.
Pensare che tutte queste persone abbiano via via aumentato la loro passione nel progetto cimentandosi con nuovi ruoli, mettendosi in gioco con tanto impegno mi fa veramente molto piacere.
Diciamo un grazie anche a Occio che è l’oscura presenza che ci da una mano di nascosto…. Anche il suo aiuto è fondamentale per poter crescere in maniera sana e corretta!S

Nkarfyè:Io volere ringradziare dando dando Simo e Baolo ber avere dado me bossibilidà di endrare in brogeddo. Io essere dando felige avere loro e Gabriele Nigolò e Maddeo gome amigi, sogi e gollaboradori. Ora anghe sabere dove io giogare guando io rigenenerado ah ah ah.
A duddi io dire: se voler3 vosdro giogadore divendare fordissimo voi venire in Gadandzaro! Gui avere migliore allenadore in assoludo ber grescere, noi vedere guesdo duddi i giorni in Fubled! E boi avere anghe grande dirigendza che fare avere voi grande garriera in Fubled obbure grandi sdibendi in aldre grandi sguadre ah ah ah!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento