Marchi:” Fase difensiva che fa solo tirare madonne, ma vedo un futuro radioso per il Foggia”

di Giovanni Nisi con la cortese partecipazione di Gabriele Marchi

Salve Mister e grazie per la partecipazione a questa intervista. Il Foggia ultimamente ha fatto incetta di risultati negativi. A cosa pensa sia dovuto questo improvviso crollo?

Credo ad un insieme di fattori. Innanzitutto mi ci metto io. Il mio pessimismo non aiuta certo la squadra, inoltre la situazione del gioco che è mancato in queste partite e degli infortunati ci hanno creato molti problemi.

Prendendo in considerazione proprio quest’ultimo aspetto pensa che la situazione degli infortunati possa incidere inevitabilmente sul prosieguo della stagione?

Assolutamente No! Siamo già in ripresa e si può puntare MOLTO in alto per questa seconda parte di stagione.

Bene. Passiamo alla tattica. Molto spesso siamo stati abituati al tridente molto largo oppure in un insolito 4-2-3-1 con un trequartista atipico. Pensa che quest’ultima soluzione possa tornare utile in qualche partita?

Sicuramente è stato un modulo che ci ha dato tante gioie ad inizio stagione, ma con l’andare del tempo è diventato un modulo che punta troppo sul tiro, anche da posizione ravvicinata ma con scarsa precisione. Inoltre con il sovraffollamento offensivo che abbiamo noi può crearci qualche problema. Per utilizzare questo modulo abbiamo bisogno di intelligenza tattica sopra ogni limite. Tralasciando il fatto che la nostra fase difensiva (come se non bastasse) ora fa tirare solo madonne.

Metafora ineccepibile. Sembra che il Foggia, piano piano, stia iniziando a vedere la luce in fondo al tunnel come dimostrato dalle ultime prestazioni incoraggianti. Cosa vuole dire ai supporters?

“Scusate se son capitato io come vostro mister”. Scherzi a parte credo davvero in un ottimo futuro per il nostro Foggia quindi… preparate i popcorn!

Bene. Concludiamo con una previsione. Il Foggia, reduce da un filotto non esaltante, ha dato segni di lenta ripresa. Nella prossima giornata affronterà il Novara. Come si preparerà a questa sfida?

Come ho sempre fatto, ho studiato già 2/3 ore il Novara, ho guardato per filo e per segno il loro gioco, e so benissimo dove colpirli e dove mi potrebbero colpire. Abbiamo un centrocampo più folto e tecnico. Avremo bisogno di fortuna perché sono una squadra capace di segnare all’improvviso in ogni momento dal nulla e li ci vorrà il portiere al 100% per contrastarli. Per concludere dico a tutti gli allenatori di B:” Sottovalutate il Foggia che con la guida tecnica che si ritrova…” (ride)

Grazie mille per la disponibilità mister e buona fortuna per il prosieguo della stagione!

Grazie mille a voi e ZA FO!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento