Uno sguardo all’Italia che verrà

Sono passati ormai cinque mesi (in-game) dall’insediamento dei nuovi CT delle rappresentative giovanili italiane. Si potrebbe dire che l’Under 21 e l’Under 19 siano in buone mani solamente guardando la classifica di Serie A, dal momento che sono guidate rispettivamente da Mister Campagna e Mister Michelini, i quali stanno per ora portando avanti un campionato a parte nella nostra massima serie.
Andiamo a vedere più da vicino il loro percorso finora.

UNDER 19
Sono già sette le gare disputate dall’Under 19. Il computo vede sei vittorie ed un pareggio per i ragazzi di Michelini.
Le gare ufficiali sono quelle che hanno fatto registrare le vittorie migliori e fanno riferimento al primo dei due gironi di Qualificazione previsti per Euro 2019.
Spicca il roboante 11-0 contro la Georgia, ben accompagnato dal 7-0 alla Slovenia e dal 5-0 rifilato al Portogallo in apertura di torneo.
Sono inevitabilmente tanti i giocatori che hanno scritto il loro nome tra i marcatori; tra questi i più prolifici sono stati Riccardo Serafini (Parma), Gianluca Badalamenti (Torres), Cristian Arrigo (Cesena) e Alessandro De Meo (Cremonese), tutti a referto con quattro reti a testa. Esclusi quest’ultimi, tra i migliori per rendimento troviamo anche Luigi Pepe (Juventus), Yuri Monti (Lupa Roma) e Francesco Giannetti (Piacenza).
Il modulo principale è un 4-2-3-1 che, come dimostrano i numeri, valorizza davvero molto il reparto offensivo. Sono infatti 36 i gol realizzati (oltre 5 a partita di media), a fronte di sole tre realizzazioni concesse. Menzione particolare va fatta per Gianluca Pattarozzi, il quale ha sostituito Michelini guidando la nazionale in alcune delle ultime uscite.
Il prossimo impegno dell’Under 19 sarà l’ultimo girone che dà l’accesso all’Europeo. Francia, Finlandia e Kazakistan saranno le avversarie. Il sorteggio potrebbe essere leggermente insidioso, specialmente per la presenza dei transalpini, dal momento che solo la prima classificata avanza alla competizione finale.

UNDER 21
Situazione leggermente diversa per la compagine di Salvatore Campagna. Meno partite disputate fino ad ora e, dal momento che l’Italia sarà nazione ospitante dell’Europeo Under 21, ancora zero gare ufficiali. Di queste non è tanto da tenere in considerazione la prima, dal momento che per un problema di FM non furono convocati i giocatori scelti da Salvatore, ma piuttosto diversi fuffa (Cutrone, Pellegri ecc.).
Il primo impegno “veritiero” è quello vinto agilmente per 10-0 contro i pari età della Repubblica Centroafricana.
Nelle ultime due uscite il mister ha poi deciso di basare le proprie convocazioni principalmente sull’attività live più recente. Una sorta di esperimento, che ha portato una grande quantità di volti nuovi in rosa e ha comunque permesso di conseguire risultati positivi come la vittoria per 2-1 in Danimarca e soprattutto il netto 9-0 rifilato alla Grecia.
I migliori realizzatori fino ad ora sono stati Lorenzo Giubbi (Parma) e Gabriele Ingrassia (Sassuolo). Bene anche Andryesh (Sampdoria), Maini (Fublet), Sverze (Milan) e Di Gloria (Lazio). Anche in questo caso lo schema prediletto è stato un 4-2-3-1, ma si è virato anche su un 4-4-2 nel momento in cui il vice, in assenza dell’allenatore umano, ha deciso di fare di testa sua.
Come accennato, bisognerà aspettare l’Europeo a fine stagione per vedere finalmente l’Under 21 in azione in partite che contano. Nel frattempo ci sarà un lento cammino di avvicinamento alla competizione, puntellato da qualche amichevole qua e là, che permetterà a Campagna di individuare al meglio i giocatori e soprattutto gli utenti che più in assoluto avranno meritato di esserci.

Racchiudendo le due rappresentative in un discorso generale, si può dire che entrambe abbiano dimostrato solide basi finora, a partire dalla gestione delle convocazioni (sulle quali davvero pochi finora hanno avuto da ridire) fino ad arrivare ai risultati sul campo. È chiaro come gli obiettivi fondamentali restino i due Europei del 2019, ma le premesse per portarli a casa entrambi per ora ci sono tutte.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento