DIMARTINO: DALL’ENTELLA AL FUBLET

Non è partito ufficialmente il calciomercato, ma il premercato ci sta già regalando tanti colpi di scena. Uno di questi è il passaggio di Dimartino al Fublet.

Il giocatore, attualmente dell’Entella da una stagione e mezzo, vestirà la maglia biancoverde da gennaio 2019, e alle casse dell’Entella andranno 1.7 Ml, più i bonus del giocatore eventualmente acquisiti a fine stagione 4.

Dimartino è un giocatore abbastanza attivo all’interno del Progetto, qualità molto apprezzata dal presidente del Fublet, Paolo Bianchi. Dalle sue parole possiamo dedurre ciò: “Ad inizio stagione abbiamo fatto una prima richiesta per Dimartino all’Entella, ma in quel momento in rosa era presente solo un terzino inattivo. Non avevamo ancora chiaro quanto sarebbe arrivato dai bonus di fine stagione. Successivamente abbiamo deciso di aspettare per capire se si sarebbe presentata qualche occasione da cogliere… Che non è arrivata. A questo punto della stagione però, abbiamo perso anche un ulteriore terzino, e Stefano è stato unanimemente indicato come il sostituto ideale. Fa il Ds, giornalista, porta bonus e rispecchia le caratteristiche umane che cerchiamo di inserire in rosa. Personalmente la scheda non l’ho neanche vista ad essere sincero”.

 Giocatore fortemente voluto dal mister Martinelli, le aspettative verso di lui sono grandi. “Da Stefano ci aspettiamo un grande supporto in campo, visto che da noi non esistono titolari e panchinari, e un grosso supporto fuori in termini di immagine e bonus. Per noi è importantissimo che lui si integri nel gruppo e che migliori di stagione in stagione. È il profilo perfetto per noi e ci auguriamo che la sua avventura in bianco verde duri il più a lungo possibile!”, ci rivela Bianchi.

Dimartino sicuro non deluderà le aspettative del Fublet, e il suo obiettivo sarà quello di dare una mano per portare in alto la squadra biancoverde, infatti queste sono le sue parole: “Non ho grosse pretese, sicuramente mi aspetto di fare parecchia fatica all’inizio ed accusare inizialmente l’arrivo in serie A, diciamo che se proprio devo dire un obiettivo sarebbe quello di non sfigurare troppo in campo, laddove venga chiamato in causa. E perché no contribuire a portare quanto più in alto possibile il Fublet”.

Manca ancora un mese a questo passaggio, e sicuro in questo mese Dimartino sarà importante per l’Entella. La sua esperienza in squadra è stata molto positiva, e dalle sue parole possiamo dedurre la grande professionalità del giocatore, in più ci tiene a lasciare un messaggio importantissimo per gli altri del progetto.

“L’esperienza all’Entella è sicuramente positiva, ho avuto l’onore di conoscere ed entrare in confidenza con persone che stimo e trovarmi in un gruppo fantastico, fatto da tante persone che si rispettano, su tutte vorrei menzionare i fratelli Fulco, Paolo Puzzer, Claudio Però, Luca Rocca, lo stesso Terzo e  il presidente Stefano Cucci, lascia sicuramente amicizie e un gruppo fantastico pieno di ragazzi che si faranno valere e che presto arriveranno in serie A, tante amicizie, oltre a ciò l’insegnamento che mi ha lasciato questa esperienza e che spesso se si agisce troppo di impulso si vengono a creare episodi spiacevoli e che spesso portano a rovinare rapporti, vorrei lanciare un messaggio, considerando le varie fasce d’età che sono presenti all’interno del gruppo: riflettete bene, prima di agire perché non c’è cosa più brutta, se non quella di tradire la fiducia di chi ha creduto in voi e soprattutto il rispetto, indipendentemente dalle condizioni psico-fisiche,  quello che non deve mai mancare è il rispetto nei confronti degli altri.”

Davvero Dimartino è un giocatore da prendere esempio, e ovviamente l’Entella ha perso un grandissimo giocatore, sia fuori che in campo. Infatti possiamo dedurlo dalle parole di stima del ds Paolo Puzzer:

“Verrà a mancare uno dei titolari inamovibili della squadra, un giocatore che stava esprimendo le sue qualità distribuendo assist ai compagni, partita dopo partita. Verrà a mancare uno dei personaggi più rappresentativi della società, ed è un grosso rammarico. È una persona che conosce molto bene le dinamiche e ha fatto carriera, in altri ambiti e ruoli, grazie alla dedizione e alla capacità. Dato che ora è un giocatore del Fublet, sono sicuro che i loro dirigenti sapranno ben indirizzarlo nel futuro.”

Ora non ci resta che aspettare che arrivi gennaio per poter vedere ufficialmente Dimartino in maglia biancoverde. Nel frattempo gli auguriamo un grosso in bocca al lupo per questo ultimo mese all’Entella, e per l’inizio della sua nuova avventura.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento