Serie A, un breve recap (2/2)

Ieri pomeriggio abbiamo analizzato l’andamento delle prime dieci classificate, dove abbiamo trovato non poche sorprese. Andremo ad analizzare oggi, nella seconda parte di questo recap, le restanti squadre del nostro campionato.

11° posto: Cesena, 13 punti; Rendimento: Sopra le aspettative
In molti credevano che il Cesena avrebbe dovuto lottare per non retrocedere. I romagnoli invece sono tra le prime dieci, a soli due punti di distanza dall’accesso all’Europa League. Mister Serafini aveva inizialmente sorpreso tutti, stando al passo di Cremonese e Crotone; qualche scivolone di troppo nelle ultime gare hanno fatto scendere i cesenati in decima posizione. Il campionato è ancora molto lungo, e al momento la classifica molto corta.

12° posto: Napoli, 13 punti; Rendimento: In linea con le aspettative
Dopo un’annata mozzafiato che ha visto i partenopei ottenere la salvezza con una scalata che è entrata negli annali del progetto. Tutti si aspettavano un campionato tranquillo, da metà classifica, ed è proprio qui che troviamo il Napoli alla seconda sosta per le nazionali. L’accesso all’Europa League dista solo due punti, ma la zona retrocessione è sei lunghezze più indietro: non bisogna abbassare la guardia per non rivivere l’incubo della passata stagione.

13° posto: Fublet, 12 punti; Rendimento: Sopra le aspettative
Molti avevano visto il Fublet nelle ultime tre posizioni ad inizio campionato, ma i ragazzi di Paolo Bianchi hanno sorpreso in positivo, conquistando meritatamente un 13° posto e tanta voglia di vincere. Una squadra decisamente da tenere sott’occhio e da non sottovalutare.

14° posto: Sampdoria, 12 punti; Rendimento: Sotto le aspettative
Una delle favorite per la vittoria del titolo si trova nella seconda metà della classifica, con un rendimento molto altalenante e altrettanto preoccupante. Ora la squadra di mister Filippone non si può più permettere errori perché le prime in classifica corrono, e non aspettano.

15° posto: Bari, 10 punti; Rendimento: In linea con le aspettative
Anche il Bari sta svolgendo un campionato piuttosto anonimo, con una quindicesima posizione che però dista solo tre punti dalla terzultima in classifica. Non ci si possono permettere più errori per non finire ancora più in basso. Mister Tomassetti dovrà cercare di far girare al meglio la squadra prima che sia troppo tardi.

16° posto: Sassuolo, 10 punti; Rendimento: Sotto le aspettative
I punti sono pochi, e sono ancora di meno i punti di distacco dal diciottesimo posto. Il Sassuolo deve fare decisamente meglio, per non rischiare di ritrovarsi in piena zona retrocessione a causa di uno scivolone che alla lunga potrebbe essere fatale. Questo Sassuolo può e deve fare di più.

17° posto: Inter, 8 punti; Rendimento: Sotto le aspettative
Questo inizio di campionato è stato decisamente disastroso per i nerazzurri che si trovano in fondo alla classifica, mentre le previsioni dicevano ben altro all’inizio della stagione. Adesso il nuovo mister Alaimo dovrà trovare una buona tattica nel minor tempo possibile, perché l’Inter adesso non può più permettersi di lasciare punti per strada. E c’è anche una Europa League da onorare.

18° posto: Milan, 7 punti; Rendimento: Sotto le aspettative
Dopo lo scandalo ‘Serveropoli’ la squadra è stata rivoluzionata, tra cessioni e acquisti obbligati, forse non all’altezza dei giocatori che sono partiti. Una buona dose di l’inesperienza del primo allenatore e altri problemi possono essere una causa probabile che ha portato il Milan a iniziare la stagione nel peggiore dei modi. Sono in piena zona retrocessione e bisogna iniziare a fare punti. Sin da subito. Chissà se il 6-1 rifilato alla Juve possa dare inizio ad un nuovo campionato per i rossoneri.

19° posto: Genoa, 7 punti; Rendimento: Sotto le aspettative
Nessuno, e ripeto, nessuno avrebbe mai detto che dopo nove giornate, il Genoa si sarebbe trovato così in basso. Prestazioni sotto tono e sotto le aspettative, rosa che non riesce a trovare il gol in molte occasioni e che in altri casi non è aiutata dalla fortuna. Inoltre, il siparietto con il mister rivale Nicola Filippone di certo non ha aiutato a distendere un clima molto teso. Riuscirà mister Di Stefano a risollevare la squadra?

20° posto: Fiorentina, 1 punto; Rendimento: Sotto le aspettative
Una partenza horror quella della Fiorentina, che è riuscita a conquistare un solo punto in nove gare, arrivato nei minuti finali di gara contro il Progetto Gaming nell’ultima giornata disputata. Forse la squadra non è la più forte in circolazione, ma questa non è una scusante per il pessimo rendimento avuto fin’ora. Il nuovo mister De Giosa ha tanto da lavorare se vuole ottenere una difficile, ma incredibile salvezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento