Pironti al Progetto Gaming, Crippa al Genoa: scambio equo?

La bomba di mercato sganciata sabato ha veramente lasciato tutti a bocca aperta. Mattia Crippa, veterano e uno dei centrocampisti più forte all’interno del Progetto, approda alla corte del “Presidentissimo” Paolo Di Stefano, mentre il senegalese Alessandro Pironti torna al Progetto Gaming insieme a 250.000€. La domanda che mi sono posto in primis è stata: lo scambio è equo? Analizziamo insieme cosa comporta questo scambio.

Pensiamo innanzitutto come a gennaio cambieranno le squadre: il Genoa perderà un giocatore dai pieni sopraffini, che in nazionale ha mostrato a tutti le sue capacità di impostare; contemporaneamente arriva un mediano con i fiocchi, eccelle in qualità mentali quali intuito, concentrazione e impegno; qualità mentali che tutti invidiano e che al momento pochi possono dire di possedere.

Come si può vedere dalle loro schede, sono due giocatori molto diversi che svolgono ruoli differenti in mezzo al campo: Mattia Crippa predilige padroneggiare nelle retrovie tra i centrali di difesa e i centrocampisti, Alessandro Pironti ama giocare in modo un po’ più offensivo, aiutando i propri compagni anche a ridosso dell’area di rigore avversaria. Insomma, le partenze di questi due giocatori dai rispettivi club non vengono colmate dall’arrivo dell’altro.

Una cosa molto interessante però è l’attività di questi due giocatori. Alessandro Pironti sappiamo tutti chi è e quanti bonus porta; Mattia Crippa la scorsa stagione ha portato 100.000€ di bonus, tutti provenienti dal “bonus live”. Inoltre, il nostro admin ha tanti altri introiti oltre ai bonus contrattuali e allo stipendio, cosa che Crippa oggi non ha. Inoltre, dei 300.000€ che Pironti aveva portato nelle casse del Genoa alla fine della scorsa stagione, ben 250.000€ sono stati sborsati dal club genovese e incassati dal Progetto Gaming, che ha ottenuto soldi e un giocatore da 300.000€ di bonus fissi e dato via un giocatore che lo scorso mese ha ricevuto un depotenziamento per inattività.

Tanti sono gli aspetti positivi e sono altrettanti gli aspetti negativi di questo scambio, da ambo le parti. Solo il tempo potrà dirci chi tra Genoa e Progetto Gaming ha realmente fatto l’affare. In ogni caso, possiamo già definire questo scambio come la più clamorosa trattativa della sessione invernale di calciomercato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento