Brescia-Spezia 4-2, Franco: “Sono dispiaciuto per il crash. Con un paio di colpi di mercato il Brescia è da promozione”

Buonasera Mister. Allora, partiamo da un argomento delicato: il crash. Al primo giro avete pareggiato 2-2 rimontando dal 2-0 Spezia. Al secondo avete vinto 4-2, con uno Spezia mai in partita nel risultato. Cosa è cambiato o cosa ha cambiato in corsa (la formazione ufficiale non poteva essere modificata)?
Sono sinceramente rammaricato per il crash, preferisco far punteggio pieno senza seconde chances. Ovviamente il gioco è carente sul comparto online, purtroppo questi inconvenienti capitano e mi sono anche trovato nella situazione che ha vissuto lo Spezia, è frustrante ma va accettato. Per rispondere alla domanda, non ho cambiato davvero nulla, semplicemente la partita è iniziata diversamente, segnando al 4 minuto i giocatori hanno acquisito morale e il match ha preso una piega totalmente diversa. In corsa, nel secondo tempo ho semplicemente levato delle istruzioni al terzino destro, chiedendogli di pressare meno e verso il 65′, son passato al 433 che mi aveva fatto rimontare il match pre-crash.

Soffermandoci sulla seconda sfida. Una grande prova dell’attacco, ma avete comunque preso 2 gol. Il reparto offensivo è il vostro punto di forza, mentre la difesa quello da migliorare? Se si, in cosa?
No, secondo me la difesa non va rivista, ci sono moduli che subiscono contro altri moduli, semplicemente quello dello Spezia trova terreno fertile contro una squadra che fa possesso e parte centralmente. Purtroppo non posso giocare largo anche io per mancanza di organico. Quando metto il 433, a destra son sempre costretto a mettere giocatori fuori ruolo.

Ultima domanda, dopo questa vittoria, dove vuole arrivare il Brescia?
Ho preso il Brescia in quartultima posizione, ora ci troviamo a 3 punti dai play off, in una classifica cortissima. Spero di rimanere in scia e provare a piazzare qualche colpo durante il mercato. La squadra ha davvero bisogno di poco per diventare seriamente competitiva. Già il Ds Fazzini è a lavoro, ci stiamo muovendo sia in entrata che in uscita.

Diego Spezzacatena

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento