Colpaccio Atalanta: E’ fatta per Andryiesh

E’ arrivata da poche ore l’ufficialità del passaggio del giovane David Andryiesh dalla Sampdoria all’Atalanta, notizia che stravolge il calciomercato, a pochi mesi della cessione di Campagna dal Livorno alla Lazio, non tanto per la cifra come per il centrocampista messinese, quanto perché anche Andryiesh, come Campagna, era una base portante della squadra doriana, portando parecchi bonus. Ma andiamo a chiedere ai diretti interessati, Davyd, il d.s. dell’Atalanta Myronyk e il mister degli orobici Francesco Pellegrino, come è nata questa trattativa…

Giornalista: “Ciao Davyd. È di poche ore fa la notizia del tuo passaggio dalla Sampdoria all’Atalanta. Come mai questa cessione improvvisa nonostante fossi uno dei punti cardine dei doriani?”
Andryiesh: “Ciao Stefano, qualcosa si era incrinato già nel periodo estivo. Avevo chiesto la cessione per poi ritirarla perché i dirigenti affermavano di rendere la squadra più attiva…”.
Giornalista: “Quindi il problema che ha portato alla rottura tra te e la società è stata la poca attività dei componenti la rosa?”
Andryiesh: “Esatto. Non riuscivo più a divertirmi e in questo gioco è fondamentale”.
Giornalista: “Come hanno reagito  società e squadra  alla notizia della tua richiesta di cessione?”
Andryiesh: “Credo delusione, ma non so dirti…”.
Giornalista: “Quali squadre ti hanno contattato appena messo in lista cedibili?”.
Andryiesh: “a me personalmente solo i bergamaschi del Patron Cucci…”.
Giornalista: “Era una destinazione a te gradita o speravi in altre offerte?”.
Andryiesh: “Era una delle squadre più in alto nella lista di gradimento”.
Giornalista: “Obiettivi con la nuova maglia?”.
Andryiesh: “Vincere tutto e guadagnarmi la tanto agognata nazionale di Mister Campagna”.
Giornalista: “Un messaggio per i nuovi tifosi?”.
Andryiesh: “Darò tutto per la Dea nel bene e nel male”.
Giornalista: “Vorresti rilasciare qualche altra dichiarazione prima di salutarci?”.
Andryiesh: “Saluto tutti i miei compagni ciclisti e fate uscire l’anello a Filippone, il quale saluto e ringrazio”.
Giornalista: “Grazie mille per la disponibilità e in bocca al lupo per la stagione”.

Giornalista: “Ciao Paulo, volevo sapere come è nata la trattativa per portare Andryiesh a Bergamo”.
Myronyk: “Mah, principalmente perché ho visto la sua scheda sul mercato, ho chiesto spiegazioni a lui e in un paio di giorni ho trovato l’accordo con la Sampdoria”.
Giornalista: “Come mai avete deciso di investire una cifra così importante su di lui?”.
Myronyk: “Va beh, io la reputo un’operazione al livello di Campagna alla Lazio se non superiore, perché come Salvatore, lui garantisce un’attività da 300k e inoltre è pure caporedattore di questo giornale; seguendo le live , inoltre, prende pure bonus live da top 100, per la cifra spesa è più un guadagno che una perdita. Inoltre lui ha 20 anni mentre Campagna 30”.
Giornalista: “Decisamente un’ottima mossa di mercato, in effetti. Sono previsti altri rinforzi o lui sarà l’unico acquisto di gennaio?”.
Myronyk: “Il bello inizia ora in realtà, si vedrà se ci saranno altri investimenti oppure no, chi lo sa…”.
Giornalista: “Vuole dire qualcosa a Davyd prima di salutarci?”.
Myronyk: “No, ahahah, no va beh, a parte gli scherzi continua così e aiutaci ad avere una squadra con undici titolari attivi come te in ogni reparto”.
Giornalista: “Grazie mille per la disponibilità e in bocca al lupo per la stagione”.
Myronyk: “Grazie a voi”.

Giornalista: “Buongiorno mister, cosa ne pensa dell’acquisto di Davyd Andryiesh?”
Pellegrino: “Siamo felicissimi di averlo in squadra. Un giocatore con ottime skills, di prospettiva, ma soprattutto con un altissimo rendimento in termini di attività, cosa indispensabile per avere una squadra che possa lottare per le primissime posizioni”.
Giornalista: “Cambierà qualcosa nella tattica schierata finora?”
Pellegrino: “Nel breve periodo no. Prevedo per lui un ruolo di vice-Scolari, per far si che il suo inserimento sia senza pressioni e graduale”.
Giornalista: “Vuoi dire qualcosa a Davyd?”
Pellegrino: “Oltre a dargli il benvenuto a nome della Dea, di continuare così. Con il suo apporto siamo sicuri che la Dea avrà maggiori possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati”.
Giornalista: “E ai tifosi?”
Pellegrino: “Dite la verità: venite allo stadio solo per vedere le randellate di Rothulen?”
Giornalista: “Ahahah. Ti ringrazio per la disponibilità e ti faccio un in bocca al lupo per la stagione”.
Pellegrino: “Grazie a te Stefano. Crepi ed in bocca al lupo a te per la stagione”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento