Future Stars: Silvio Urbano

Nuova rubrica de “IlCarro”, nella quale analizzeremo i migliori prospetti del Progetto, per dar rilevanza ai giovani e alle loro schede.
Prima stella del futuro che andremo ad intervistare è Silvio Urbano del Drink Team.

Ciao Silvio, ti conosciamo nel progetto, ma chi è Silvio Urbano fuori?
Una persona che ha due occhi, due orecchie o un naso (divertente n.d.r.). Rispondendo seriamente, un normale studente che frequenta il primo anno di un istituto tecnico e come sogno nel cassetto ha di fare l’arbitro. Non ho hobbies al momento, gioco però molto ai videogiochi.

Sei tra i più giovani del progetto essendo nato nel 2005. Nel Drink Team ci sono persone che potrebbero essere i tuoi genitori, ti fa specie questa cosa?
All’inizio un po’ mi pesava questa cosa, ma poi anche grazie all’aiuto degli altri giocatori in squadra è passato tutto. Come hai detto tu alcuni giocatori potrebbero essere i miei genitori, anche grazie a questo si è andato a creare un rapporto padre-figlio con alcuni di loro.

Sei nel progetto dall’inizio, ma sei diventato attivissimo solo da poco, a cosa è dovuto il tuo incremento di attività?
Sono diventato più attivo da quando Trojer è arrivato sulla panchina del Drink; ha migliorato un po’ tutta la rosa da questo punto di vista, ha dato quella spinta che mancava. Spero di aumentare ulteriormente la mia attività e per questa stagione punto ai 300k di bonus.

Quindi tra Danilo Trojer e Filippo Ballarini preferisci Trojer?
Fra Ballarini e Trojer non saprei chi scegliere. Perché Ballarini lo conosco da tre anni ormai e ho un ottimo rapporto, anche con Trojer ho un bel rapporto nonostante lo conosca solo da quest’estate.

A proposito, per te che sei qui dall’inizio, meglio il Progetto adesso o quando c’era soltanto il Drink Team in Irlanda?
Il Progetto attuale è sviluppato ovviamente meglio ed è molto più grande. Preferisco questo attuale, anche se non negherei che una continuazione a se stante del Drink Team in Irlanda non mi farebbe così schifo.

Con chi hai più legato tra gli arancioneri? Hai amici in real-life lì dentro?
Ho legato con tutti i più attivi (tranne con Mollo, Trojer, Cioè, Berishaj e Gega). Purtroppo non ho amici reali né nel Drink né nel Progetto in generale.

Cosa ne pensi del cambio allenatore in Under 19? Pensi fosse meglio Agosta o Michelini? Ritieni di meritare la Nazionale?
Penso sia stato un cambio di allenatore giusto che secondo me ha aumentato il livello dell’Under 19. Sinceramente preferisco Michelini come allenatore e spero di vincere qualcosa con lui in Nazionale. Onestamente so se meritarla o no, dato che non conosco bene tutte le schede e l’attività degli altri giocatori, ma se mi convoca di certo non mi offendo. Con lui ho subito segnato la mia prima rete in azzurro, di testa tra l’altro, cosa più unica che rara.

Se dovesse arrivare la chiamata della Juve, essendo la squadra da te tifata, chiederesti di essere ceduto o rimarresti al Drink Team?
Come ho già ribadito nel gruppo squadra, per me il Drink è come se fosse la Juve nel Progetto (riconosce Drinkopoli n.d.r). Non la lascerei nemmeno per la chiamata dei bianconeri, essendo il Drink una seconda pelle per me.

Situazione Avellino invece: come ti trovi da DS dei lupi? Come dividi il lavoro con Mattia?
Come DS mi trovo veramente bene, sto imparando molto. Ad essere sincero però è Mattia che fa la maggior parte del lavoro, è veramente un ragazzo laborioso.

I vari presidenti influenzano il vostro operato?
Come presidente è “attivo” solo Baiardi, che ci aiuta veramente molto, soprattutto me.

Senti la sua pressione sul tuo operato?
Un pò di pressione la sento sì, ma totalmente giustificata.

Cosa ne pensi delle parole di Ballarini sulla tua scheda? “Urbano è uno dei giocatori più agili del campionato, ma ha la forza di un caimano morto. È il miglior prospetto Under 21”
Guarda basta vedere già la faccia di Ballarotti per poter tranquillamente affermare che ha l’espressione che ha una persona ad un funerale.

Pronostico per la Serie A e per la stagione del Drink Team?
Il Drink lo vedo sicuramente in Europa. Ma secondo me a vincere lo scudetto sarà la Cremonese.

Pronostico per la Serie B?
Il Chievo è già in A e quindi è da escludere, penso che l’Avellino possa fare bene insieme a diverse outsider.

Ti ringraziamo per la tua intervista e ti auguriamo buona fortuna per il resto del campionato.


Ora analizziamo le sue qualità:

La scheda, in cui spiccano elementi quali agilità, accelerazione e ottima tecnica, si presenta ancora acerba per quanto riguarda i mentali e la forza.
Parliamo di un’ala pura che si destreggia con un solo piede, il destro, aspetto che, nonostante il doppio ruolo ala destra/sinistra, lo può leggermente limitare nelle sue giocate.
Con una solidità mentale maggiore e un equilibrio più stabile potrebbe diventare nel giro di due stagioni una delle ali più forti al mondo. Nello specifico del suo ambito mentale, ciò che gli risulterebbe più utile è Senza palla, per poter entrare in maniera più diretta nel vivo del gioco e Decisioni, molto importanti per un giocatore che deve creare una giocata nel giro di un paio di secondi. Tecnicamente è molto completo, non ha bisogno di particolari miglioramenti da questo punto di vista.
Grazie ai suoi 300k di bonus attività quasi assicurati, in questa stagione con altri introiti esterni potrebbe potenziarsi con 600K o più.
Tante attenzioni, dunque, per colui che in realtà è un 2005, quindi potenzialmente gli aspettano parecchi anni ad alto livello.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento