Stagione 4, Resoconto del Precampionato

Nelle due live di questa settimana si sono svolti una serie di test amichevoli che hanno visto impegnate tutte le squadre, Dalla A alla C, che saranno ai nastri di partenza della Stagione 4.

LUNEDÍ
Andiamo con ordine, partendo dalla giornata di lunedì. Il risultato che balza più all’occhio è certamente il 6-1 con il quale la Cremonese si è imposta sull’Inter; una squadra, quella nerazzurra, ancora in cerca di un proprio equilibrio tecnico-tattico, ciò non toglie però meriti ai grigiorossi che hanno da subito lasciato un biglietto da visita interessante, grazie anche alla tripletta di De Meo.
Partono bene anche le prime due dello scorso campionato: la Lazio si sbarazza della Juve Domo con un 4-0 condito da una doppietta di Di Gloria; impegno più complicato per i campioni d’Italia della Juventus, i quali devono rimontare un ottimo Palermo ma alla fine riescono comunque a fissare il risultato finale sul 3-2 in proprio favore.
Poco brillante l’inizio del Progetto Gaming; in un’amichevole che anticipava i suddetti incontri, viene travolto per 7-0 da uno sfavillante Drink Team, per poi trovare solo un pareggio interno di fronte al Vicenza, squadra di serie cadetta. Discorso simile per la Sampdoria che a Frosinone non va oltre uno scialbo 0-0.
Trascorsa l’estate di Serveropoli, c’era curiosità di rivedere il Milan in campo; arriva un 1-1 in casa del Bologna, con i felsinei che danno un buon doppio segnale, fermando poi anche il Chelsea, per quella che potrebbe essere la stagione della loro rinascita.

Tra le compagini maggiormente sotto i riflettori, un buon Genoa chiude la pratica Torres con un 3-0 maturato nel primo tempo; il Torino invece impatta in un pareggio contro una delle più quotate di B, il Chievo, una rete per parte. Il Napoli non va oltre il 2-2 casalingo con un solido Pordenone, mentre il Sassuolo si fa sorprendere dalla Lucchese, 3-2 per i rossoneri. Con lo stesso risultato il Fublet segue la scia della neopromossa Cremonese presentandosi al meglio con una vittoria ai danni dell’Atalanta. Bene anche Fiorentina e Bari, vittorie in trasferta per loro, e Crotone, che crea tanto ma vince solo di misura sul retrocesso Spezia.

A livello di Serie B troviamo tra le vittorie più incoraggianti quelle di Benevento, Parma, Entella e Brescia, rispettivamente contro Salernitana, Saló, Novara e San Marino. Il neopromosso Foggia prima cade 3-1 a Pisa, poi s’impone sui Gladiator con un netto 4-0.
In Serie C, infine, merita attenzione la vittoria esterna del Locri sull’Ancona, travolto 2-5 ma comunque con la rosa ancora in fase di assestamento. Risultati positivi anche per Piacenza, Reggina, Pisa, Udinese e Tuttocuoio.

MERCOLEDÌ
Nella seconda giornata di amichevoli diverse squadre sono scese in campo più di una volta. Tra chi aveva fatto vedere le cose migliori, la Lazio conferma il trend positivo battendo sia Foggia che Salò, mentre la Cremonese accoglie l’Avellino con un 4-2 ma poi perde ai rigori col Novara, anche se ad onor del vero quest’ultima gara non è stata gestita dai due allenatori. Il Genoa, invece, cambia praticamente tutto l’undici di partenza e di conseguenza cade in casa con un ottimo Benevento, trascinato da Amato in questo precampionato. Progetto Gaming è vittima di un’altra goleada, 5-0, questa volta infertagli dalla Fiorentina, che batterà anche il Palermo per conquistare il quadrangolare della Mamba Cup. L’unico squillo positivo dei PGini è il 3-1 ottenuto sul Bologna nella finale terzo posto. La Juventus trova la seconda vittoria vincendo a Vicenza con tre goal di scarto; la Sampdoria, che arrivava da una pareggio a reti inviolate, inverte subito questa tendenza ma ottiene lo stesso risultato, un pari per 4-4 con l’Udinese; perderà poi addirittura 1-3 in un match casalingo con gli amici del Locri, non esattamente indicazioni positive per i blucerchiati. Calabresi superlativi dal momento che ottengono anche un 3-0 nel derby col Crotone, rimasto in nove uomini. Il Napoli ottiene la sua prima vittoria su un Milan che deve ancora trovare la sua strada, mentre i cugini dell’Inter non vanno oltre lo 0-0 col Bologna. Fublet inanella un altro risultato positivo battendo il Trapani ed il Torino fa il suo lavoro imponendosi 3-0 a Chiavari, segnando due reti in inferiorità numerica.
Nelle retrovie della Serie A, il Cesena si fa sorprendere dalla Reggina e dal Pisa, entrambe di due categorie a lei inferiori, mentre il Lecce cade a Benevento.

Serie B. Risultato di prestigio per il Parma che passa di misura sul Drink Team grazie ad una rete lampo di Miglioresi. Parma che vincerà anche in casa della Salernitana, successivamente carnefice di un Brescia ancora arrugginito. Il Palermo batte il Bologna per 3-2 in quello che era uno scontro salvezza della passata stagione, arrendendosi poi, come detto, nella finale della Mamba Cup. Salò si dimostra da subito pronta giocando un buon incontro con la Lazio e portando a casa un 3-2 ai danni del più esperto Chievo, che si rifa subito grazie ad un tennistico 1-6 maturato in quel di Frosinone e ad un 2-0 incassato a Parma. Un’altra neopromossa che può vantare risultati positivi è l’Ancona: 2-0 sulla Roma che sicuramente dovrà fare di più se vorrà competere in Europa League quest’anno e, in seguito, 4-0 ai danni di un Sassuolo in balia di se stesso; ricordiamo però che mister Agosta era assente in panchina. Il Foggia viaggia invece su risultati altalenanti, perdendo con le squadre meglio attrezzate e vincendo con quelle inferiori.
Male il Livorno che colleziona solo sconfitte, a sua scusante i potenziamenti non ancora applicati e l’allenatore che non ha potuto guidare la squadra. Due sconfitte anche per l’Avellino, ma con avversari superiori.

In Serie C si mette in luce l’Americandy Siena che vince a Salerno e poi spazza via i compagni di girone del Tuttocuoio per cinque reti a zero. Stessa distanza di reti per L’Aquila che avanza 6-1 sul campo del San Marino. La Lupa Roma gioca solo una gara e la vince di misura, in casa del Livorno. Il Verona fa un sol boccone della gemellata e, in teoria, più quotata Spezia. Bella vittoria esterna della Torres sui toscani del Pisa. La Sambenedettese prima pareggia 1-1 con la Reggina, poi si fa beffe dell’Udinese, trovando il risultato dal distacco più ampio in assoluto, 8-0. La Juve Domo di Frattoni vince in trasferta sul Tuttocuoio per 1-0. Ultimo clamoroso risultato è quello della Casertana che passa ben sette volte in casa del Novara, squadra che milita in una categoria superiore rispetto ai campani.


Premettendo che tutti questi incontri si sono disputati con le squadre che avevano zero familiarità verso la tattica e coi giocatori con un affiatamento tra di loro nullo, se ci rendiamo immediatamente conto che, però, queste condizioni erano uguali per tutti (tranne per chi non ha potuto prendere controllo della propria rosa), si possono sicuramente trarre degli spunti interessanti da questa valanga di partite. Per questo motivo nei prossimi giorni pubblicheremo un articolo in cui, in base a una serie di fattori predefiniti, stabiliremo una sorta di classifica di questo precampionato; i risultati saranno considerati bilanciandoli in base alla categoria dell’avversaria, mettendo sullo stesso piano squadre di A, di B e di C. Da non perdere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento