L’Angolo dell’Amarcord

n. 3

Caro Lettore,

ci ritroviamo ancora una volta per rinverdire i nostri ricordi dei primi ed esaltanti momenti di vita del nostro amato progetto.

E disavventure!!! Si perché oggi scopriremo come già dagli albori avevamo capito che anche qui, in questo fantastico gioco di ruolo massivo sul calcio, il sogno del bambinone che c’è dentro di noi può trasformarsi in un vero e proprio incubo!

Oggi, caro lettore, ripercorreremo passo dopo passo, immagine per immagine, la favola triste dell’esordio in Serie A di Hubert Gamba.

Tutto iniziò il 10 Luglio 2017 quando, come tutti noi, il “piccolo” Hubert compiva il suo primo passo pubblicando la propria scheda di presentazione:

Hubert, come avete capito tanto piccolo non era, infatti si presentava come un gigante buono che avrebbe dovuto spadroneggiare fisicamente nella propria area di rigore, un portierone con una prestanza fisica tale da ricordare il mitico Teo Sellers!

Hubert viene presto ingaggiato dal Genoa, dove sbarca orgogliosamente il 24 Luglio, e senza mezzi termini si lancia subito in dichiarazioni altisonanti:

Alla prima partita, però Hubert deve già fare i conti con la concorrenza. Lui però non si lascia scoraggiare, da ragazzo sveglio qual è sa che per raggiungere i propri obiettivi l’unico mezzo è il lavoro duro:

Hubert non demorde e continua a sognare un futuro ricco di gloria e successi. Ma arriva la seconda giornata, e poi la terza, e lui è ancora malinconicamente relegato nei recessi della panchina! A una settimana dal suo arrivo, il destino gli è ancora avverso, il campo gli è ancora precluso, tanto che iniziano già a suonare forte le sirene del mercato:

Ma lui tiene duro, ci vuol credere, il suo sogno non può finire così! E allora, dopo tanta attesa arriva il momento dell’agognato debutto. E’ l’8 Agosto, e mr. Di Stefano finalmente gli concede una chance, ma non c’è niente da fare, ancora una volta il destino gli è avverso! Guardate un po’ cosa gli accade:

La prestazione seppur definita buona è macchiata da una goffa papera. Passa il tempo ma non cambiano le cose per Hubert, e anche quando il Genoa passeggia proprio su quel Bologna che lo aveva messo al centro di futili polemiche, lui è invece costretto alla tribuna dalla sfortuna:

E così dopo un lungo e penoso silenzio, il sogno di Hubert si infrange definitivamente! E’ il 21 Novembre quando infatti il Genoa dà il triste annuncio della sua cessione:


E così un triste Hubert, sconfitto da un destino crudele, è costretto a fare le valigie e ad andare a cercare gloria lontano dalla Lanterna.

Finisce così anche questa favola triste. Ma non disperare, caro lettore, a breve un’altra favola comincerà, perché… A mille ce n’è, nel mio cuore di fiabe da narrar…

Mauro Carfì – Progetto X

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento