Akragas: come è nato tutto?

Oggi intervistiamo alcuni dei personaggi di spicco della neo promossa Akragas.
Ecco a voi il presidente Paolo Di Gaetano, il DS Pasquale Cesaride e il Mister Pietro Alaimo!

  • Ciao a tutti, grazie per l’intervista.
    Paolo: Ehilà Gentaglia Molesta
    Pasquale: Salve a Tutti
    Pietro: Salve a tutti!
  • Chi siete? descrivetevi in 3 parole.
    Paolo: Paolo Di Gaetano; sono 3 parole no? Ahahaha
    Pasquale: Sono Pasquale, Ds dell’Akragas e giocatore dell’Atalanta. Carismatico, serio e preciso.
    Pietro: Sono Pietro Alaimo, attuale allenatore della famigeratissima Akragas
  • Come è nato il progetto Akragas?
    Paolo: Allora il progetto akragas è nato dalla mia voglia di “dirigere” un collettivo, ho sempre sognato ad essere un presidente calcistico, ci ero riuscito in parte per una squadra di calcetto e grazie a progetto gaming adesso posso esserlo a pieno, la scelta della squadra è stata una scelta di cuore, l’akragas del calcio fuffa è fallito ed ora milita in promozione siciliana quindi io in qualche modo volevo onorare il gigante e portarlo in alto.
    Pasquale: Questo progetto è nato grazie al presidente Paolo, conosciuto attraverso un mio caro amico all’interno del gioco. Abbiamo deciso di intraprendere questa sfida, togliendoci varie soddisfazioni e sperando di continuare a far bene.
    Pietro: Come è nato non lo so. Quello che posso dire è che all’inizio non avevo intenzione di riprendere ad allenare. Paolo però ha tirato fuori i verdoni e tutto è cambiato. No a parte gli scherzi il progetto mi è sembrato semplice, interessante e mi ha dato le giuste motivazioni.
  • Vi conoscete off-game?
    Paolo: No, non ci conosciamo off game peró mi piacerebbe incontrali
    Pasquale: No, non ci conosciamo ma il nostro rapporto credo sia abbastanza reale per continuare a fare bene.
    Pietro: Non li conosco di persona
  • Tre pregli degli altri due?
    Paolo: Mh.. allora i tre pregi di Pasquale sono: responsabile, cauto e motivatore ce ne sarebbero altri ma vabbè; i pregi del mister sono: che è sempre disponibile per tutto, che gli piace il wrestling e che ha un modo di fare eccellente, stesso discorso per pasquale ce ne sarebbero altri ma dico solo questi 3
    Pasquale: Penso che Paolo possa ed il mister possano descriversi con i miei tre stessi attributi citati prima.
    Pietro: Tre pregi? Dico solo che sono due persone che ci mettono tanta passione e voglia in quello che fanno.
  • Tre difetti degli altri due, invece?
    Paolo: i 3 difetti di Pasquale sono: juventino e che lavora troppo 😂 concedimene 2, il difetto di Pietro è che è interista 😂, al momento ho scoperto solo questo ahah
    Pasquale: Difetti? Meglio non svelare i punti deboli di ognuno di noi, sappiamo solo risolvere nel migliore dei modi la situazione completandoci.
    Pietro: Mi cacciano se dico qualcosa di negativo, non posso 😂
  • Qual è la vostra maglia preferita fra le tre proposte da ADD?
    Paolo: Le maglie che ci ha fatto Alberto sono bellissime, ha azzeccato in pieno le mie idee ma se devo sceglierne per forza una dico la prima
    Pasquale: Non ho una maglia preferita, credo che il lavoro di Alberto abbia già molti complimenti, meritati ovviamente
    Pietro: La terza. Sporca ma racchiude esattamente il nostro percorso. Ovvero che abbiamo sudato e faticato fino all’ultimo ma alla fine sono arrivati i risultati che volevamo.
  • Avete cambiato molto rispetto alla scorsa stagione, che campionato vi aspettate?
    Paolo: Beh sì, abbiamo cambiato molto ma perchè dovevamo per forza fare cosi da squadra neo promossa dovevamo prendere 7 giocatori fra i neo iscritti e penso che questo sia un punto di forza dato che i neo iscritti sono sempre quelli con più voglia di fare, per quanto riguarda il campionato penso che ce la giocheremo con tutti, nessuno ci fa paura, in serie C abbiamo fatto vedere di cosa siamo capaci; siamo un underdog.
    Pasquale: Abbiamo cambiato abbastanza ma l’obiettivo resta sempre l’unico, fare bene.
    Pietro: La serie B è l’inferno. Non c’è molto da dire sinceramente. Bisogna dimostrare subito che si punta al massimo. Altrimenti durante la stagione inizieranno ad arrivare le prime difficoltà e sarà tutto più complicato.
  • Mercato chiuso o è solo una frase di circostanza?
    Paolo: Si posso confermare che questa nostra sessione di mercato si puó dichiarare chiusa, abbiamo costruito un bellissimo gruppo e non voglio alterare ció
    Pasquale: Per il momento mercato chiuso, siamo contenti di avere questa rosa a disposizione
    Pietro: Non so se sia chiuso o meno. La squadra è stata costruita esattamente come volevo. Ora tocca a me.
  • La partita dell’anno scorso a cui siete più legati? (Non dite quella contro la Torres! n.d. Salvo)
    Paolo: Ce ne sono diverse, ma penso che la mia preferita è la finale playoff contro il pisa del mio amico Manuel oppure il ritorno dei playoff contro il Cosenza che ci aveva sconfitto 0-1 all’andata
    Pasquale: Per me non c’è stata una in particolare, probabilmente la prima che ci ha fatto iniziare la scalata.
    Pietro: Cosenza al ritorno. Pensavo fosse impossibile battere una squadra del genere visto il risultato dell’andata. Invece li abbiamo sbattuti fuori con 5 gol. Da lì ho capito che potevamo tranquillamente andare in Serie B
  • Obiettivi stagionali?
    Paolo: L’obbiettivo stagionale che ci siamo prefissati con Pasquale ed il mister è la promozione, non l’abbiamo mai nascosto a nessuno, potremmo sembrare dei pazzi, ma noi ci crediamo
    Pasquale: Per l’anno prossimo non ci poniamo obiettivi, siamo una rosa giovane con nuovi giocatori, ci godremo ogni singolo incontro
    Pietro: Promozione diretta
  • Come mai ci sono sempre i riflettori puntati sull’Akragas? prima la diaspora dei 5, poi l’accusa di violazione delle regole…
    Paolo: Beh, alla fine sti cazzi, come direbbero le influencer sia che se ne parli bene o che se ne parli male l’importante e parlarne 😂✌🏻
    Pasquale: Sui rumors vorrei evitare di parlare facendo parlare il campo, noi facciamo solamente il nostro lavoro.
    Pietro: Bella domanda. Sinceramente però preferisco questo piuttosto che la totale indifferenza.
  • Parliamo della rosa di quest’anno: L’incedibile?
    Paolo: Uno che abbiamo ritenuto incedibile è sicuramente il nostro Zar; Nicola Zalotov, l’ho detto anche a lui che avevamo avuto un’offerta monstre per lui ma sia noi della dirigenza che il ragazzo abbiamo deciso di continuare insieme
    Pasquale: Per me nessuno è incedibile, ognuno è indispensabile per la squadra
    Pietro: Nessuno è incedibile. Tutti titolari e tutti riserve.
  • Quello che prendereste a calci?
    Paolo: Senza ombra di dubbio prenderei a calci il nostro vice capitano Andrea Inghilleri ahaha
    Pasquale: Nessuno assolutamente, almeno per il momento ahahah
    Pietro: Nessuno per ora ma prima o poi toccherà a qualcuno
  • Cosa ne pensate degli admin 3 del progetto?
    Paolo: Dei grandi, Alessandro è una gran bella persona, lo stimo tantissimo stessa cosa penso di Alberto e Filippo ovviamente
    Pasquale: Persone capaci di saper gestire un progetto non semplice, complimenti a loro
    Pietro: Gli Admin? Giù il cappello.
  • Chiudiamo con una promessa alla tifoseria
    Paolo: Alla tifoseria prometto di far divertire loro ogni partita qualunque sia il risultato finale sarà uno spettacolo
    Pasquale: Alla tifoseria chiedo semplicemente pazienza, faremo bene e cresceremo insieme senza bruciare le tappe, evitando di esaltarci inutilmente
    Pietro: Promesse? Non vendiamo sogni ma solide realtà. Grazie Roberto Carlino


Salvatore Grassadonia per Progetto X

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento