L’attivitá ai raggi X

Alberto De Donatis ha parlato. L’anno nuovo ha portato il primo, tanto atteso, responso nel Progetto: il prospetto dei bonus attività della Stagione 3; o almeno quello di diciassette squadre militanti in Serie A, mentre per questioni burocratiche Inter, Lecce, Spezia e le società di B e C dovranno attendere ancora qualche giorno.
Assieme ad esso emergono dati sicuramente curiosi ed interessanti, che proveremo ad analizzare.

La società che in assoluto ha portato a casa i maggiori introiti attività è il Genoa. I Grifoni sono gli unici ad aver sfondato il muro dei 3 milioni, grazie ad un totale complessivo di 3.11M. La seguono Milan (2.61M), Torino (2.58M), Lazio (2.48M), Progetto Gaming (2.42M) e Juventus (2.28M).
I rossoblu hanno potuto contare sul sicuro apporto di due admin, De Donatis appunto e Pironti, oltre che a una serie di utenti “storici” e, in quanto tali, impeccabili dal punto di vista dell’attività; parliamo di Paolo Di Stefano, Danilo Trojer, Paolo Puzzer, Mark Aperio, Donato Sodano, Claudio Però e la lista si potrebbe allungare ancora. Inevitabile sottolineare come i liguri quest’annata più che mai abbiano puntato ad essere una vera e propria macchina di attività, costruita ed orchestrata egregiamente da ADD (al quale fischieranno le orecchie avendolo già citato tre volte in poche righe), con la supervisione del presidente Di Stefano; e ci sono riusciti, incrementando il loro prospetto bonus di quasi 1M rispetto alla stagione precedente.

Non solamente il Genoa ma, ad onor del vero, tutte le primissime sopracitate hanno aumentato i loro profitti attività in paragone all’anno passato; l’unica ad aver avuto un calo in questo senso è la Juventus che, in maniera esattamente opposta ai genoani, si ritrova con 760K in meno. Le cause sono da ricercarsi in diversi fattori, ma principalmente tutto passa da Progettopoli, anche se si può ritenere corretto far notare che i bianconeri hanno contato sull’apporto di cinque giocatori in meno in confronto alla Stagione 2.

Il numero di giocatori presenti in rosa è un dato sul quale vogliamo soffermarci in un discorso più ampio, perché se è vero che il totale complessivo è una cartina tornasole molto affidabile su quanto una società sia stata attiva, a nostro modo di vedere il bonus pro capite lo è ancora di più, perché delinea ancor più finemente la gestione economica che le società hanno fatto ruotare intorno alla propria attività.
Se mettere in ordine le varie squadre in base alla somma dei bonus acquisiti è molto semplice, basta attingere al file presente nel gruppone Facebook, ecco che può essere più interessante la classifica della media bonus in rapporto al numero di calciatori, che abbiamo stilato qui di seguito:

All’appello mancano Inter, Lecce e Spezia

Al vertice, oltre al già elogiato Genoa, spicca la Lazio, la quale grazie all’apporto di soli 17 utenti ha generato un’attività totale praticamente uguale alle prime società e un bonus procapite leggermente inferiore soltanto a quello dei rossoblu.
Paragonando la classifica totale con la classifica mediata, notiamo che il Progetto Gaming perde una posizione a discapito della Juventus, ma rimane un gruppo attivissimo che ha ulteriormente investito in quella direzione e che salvo casi particolari sarà tra le prime 3-4 alla fine della prossima stagione.
Curioso, ed anche un gran peccato, constatare come la retrocessa Livorno occupi una posizione stabile nella parte alta, ma questo è sicuramente un dato dal quale gli amaranto devono ripartire per tentare l’immediato ritorno in Serie A, anche se sono stati ceduti pezzi pregiati in termini di attività.
Sono stabili società ben organizzate come la Sampdoria, il Drink Team ed anche un buon Crotone, mentre sprofondano Bari, Sassuolo e Fiorentina, con quest’ultima fanalino di coda.
Un gruppo come quello del Napoli, consolidatosi in particolar modo nella seconda parte di stagione, e una società come il Bologna che ha speso cifre ingenti sul mercato, sono tra le società “senza carne nè pesce” che più delle altre potrebbero risalire la china nella prossima annata.

Ultimata questa doverosa analisi, ecco che possiamo divertirci con dati più secchi:
La squadra che ha migliorato di più dall’anno precedente?
Il Crotone con +940K, seguito a ruota dalla Lazio (+860K), e dal Genoa (+850K).

La squadra che ha registrato il peggior crollo?
Il Sassuolo con addirittura -1.32M, dopo di loro troviamo Bologna e Juventus appaiate con un negativo di 760K.

La squadra più connessa davanti a Twitch?
Il Genoa, che ha generato ben 1.38M dal bonus Live; il Milan è praticamente lì con 1.37M, un po’ più staccata la Juventus con 1.05M.

La squadra più creativa?
É il Torino, unica a superare il milione con 1.15M; dopo i Granata troviamo di nuovo le prime due della classe Live, Genoa (930K) e Milan (880K).

La squadra che ha condiviso di più?
Di gran lunga la Lazio che ha guadagnato 1.3M dalle condivisioni; tasto share molto caldo anche per l’onnipresente Genoa (790K) e Progetto Gaming (710K).

Infine, quali sono le squadre con il maggior numero di giocatori “en plein”, ovvero quegli utenti che portano 300K di bonus?
Lazio, Genoa e Torino guidano con 4; Milan, Sampdoria e Livorno possono vantarne 3.
Qualcuno riuscirà ad arrivare almeno a 5 nel prospetto bonus della prossima stagione? Noi siamo sicuri di sì.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *