Fiorentina e Sassuolo: l’inizio della fine?

Ok, ok, forse come inizio è un po’ drammatico, però c’è della ragione se tutto parte con una “sana” ventata di pessimismo.

Gli admin (in primis l’ottimo Alberto De Donatis) hanno lavorato moltissimo nel tentativo di capire quali bonus andassero assegnati e quali invece no, con un controllo rigoroso di ogni utente. Si parte dalla dichiarazione del team (a volte completamente sballata), per vedere se i tesserati meritano effettivamente quanto dichiarato dai DS, poi arriva la comunicazione (arrivata e avvertita come “manna dal cielo” poco fa), infine i ricorsi.

Prendete quindi tutto con le pinze, qualche numerino potrebbe cambiare qua e là (ma poco, vi assicuro che Alberto è stato scrupolosissimo), però possiamo già tirare alcune somme.


Mentirei se vi dicessi che quella della Fiorentina fosse una debacle inaspettata: tempo addietro fu Alessandro D’Anteo (tecnico campione d’Italia con la Juve e, all’epoca dei fatti, portiere viola) ad aprire addirittura un sondaggio per la “cacciata” del DS Giuseppe Trovato reo, a suo dire, di essere inadeguato a ricoprire il ruolo da DS.
Trovato non era la prima volta che suscitava delle perplessità e un confronto con gli admin (che lo videro però uscire “vincitore”, mantenendo il ruolo alla Fiorentina), ci fu non molto tempo fa, ancora nella stagione 3.
Ora, guardando la squadra ottenere un malinconico bottino di 630k, viene da sorridere pensando che, di questi, ben 300k sono stati ottenuti proprio da D’Anteo.
Un altro che appoggiò la mozione per la cacciata del DS fu Gabriele Marchi, che porta invece a casa (e regala alla Fiorentina) ben 200k.
Il resto? Briciole, come gli 80k portati proprio dal DS, che alla Fiorentina è anche calciatore.

Vogliamo guardare il bicchiere mezzo pieno? Ah, se voi ci riuscite, fatelo e spiegateci come si fa: D’Anteo, maggior portatore di bonus del team, è già stato ceduto.
La rosa attuale non promette di superare questo magro bottino nemmeno in S4, quando altri team arrivano anche oltre i 3M.
Considerando che un ottimo allenatore come Roberto Casalati ha già lasciato la guida della viola e che il budget iniziale, non facendo coppe, non è particolarmente alto… come faranno a reggere l’urto di una stagione che, sulla carta, potrebbe vederli invischiati nella lotta per non retrocedere?


Sassuolo, Sassuolo, Sassuolo. Ecco, qui devo ammettere il mio stupore.
Immaginate di essere un club storico, una presidenza di lunga data, stimata dal progetto e con grande esperienza. Metteteci poi che il vostro prospetto inviato agli admin recitasse bonus milionari… ecco che constatare il raggiungimento di soli 840k fa specie.
Eppure il team, che ha sempre avuto utenti dal grande peso specifico come Mayor, Vichi, Rosti, Salce, Ferrandino e poi Falcone, Iannella, La Monica, Ingrassia, Namane, ecc. ha solo 7 utenti meritevoli di bonus, anche piccolo che sia.
Per farvi capire quanto poco sia un bonus attività da 840k, vi basti sapere che peggio del Sassuolo ha fatto solo la sopra citata Fiorentina e che il Palermo (retrocesso), colpito da gestioni presidenziali non sempre perfette e da guide tecniche in continuo cambio, riesce a portare a casa di più, con 8 utenti da bonus e 970k ottenuti.

Aldilà della distanza mostruosa che separa i neroverdi da compagini come il Genoa (che ha ottenuti 3,11M e punta ad aumentare il bottino con alcuni acquisti attivissimi), la Lazio (2,48M e maggior bonus procapite) o il Milan (2,61M nonostante defezioni importanti post-serveropoli), anche qui bisogna comprendere come un gap economico simile possa creare un solco nettissimo tra i team che operano bene in ottica di coinvolgimento degli utenti e quelli che non lo fanno.

Inoltre considerate l’aumento degli introiti (progressivo, in base la piazzamento) che aumenterà le distanze, l’arrivo di team affiliati che, se ben gestiti, potrebbero fare da “cantera” di talenti low cost per i team meglio gestiti, per non parlare degli achievement a DS/Allenatori/Presidenti (che porteranno bonus alla squadra tutta, ma solo per chi ha investito negli ingaggi da staff. Ecco che il quadro si fa chiaro e potrebbe farci dire che la stagione 4 potrebbe essere il vero spartiacque tra il progetto che era e che sarà, dove i team ben gestiti e vincenti avranno molti più soldi e potranno spenderli in un mercato nazionale con sempre meno concorrenza, andando anche a pescare anche in Inghilterra e negli altri Paesi che andranno ad aprire, mentre i piccoli. Beh, i piccoli non staranno certo a galla solo con il blasone: in B e C molti team scalpitano e, beh, 630k li sanno tirar su ad occhi chiusi.


Alessandro Pironti per Progetto X

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *