Il Marchesiano Racconta: Luca Ciampaglia

Ebbene, per sta volta vado contro ad una parola data. È vero, questo articolo non doveva essere nuovamente sull’Inter ma bensì sul Milan. Perché quindi questo cambio di programma?

Il titolo dice già tutto. Lascia, anche se solo come allenatore dell’Inter, un amico di cui mi sono sempre fidato. Amico con cui ho riso, scherzato, mi sono confidato e litigato. Lascia un ragazzo dalle innate doti manageriali, dal senso dell’umorismo amplificato, gentile e onesto con il prossimo. Ne abbiamo passate di cotte e di crude.

Il Progetto che avevamo in mente nel post-scudetto per la nostra Inter era una qualcosa di meraviglioso. Una famiglia, quello che abbiamo sempre cercato di instaurare nel nostro gruppo era proprio questa mentalità. Immaginate 23 amici che nel tempo libero si dilettano a sparare assurdità nel gruppo whatsapp della squadra e che quando c’è ne la possibilità facevano chiamata in un banalissimo canale Discord.

Lu! Te la ricordi quella volta? Quella volta in cui entrò un ladro nella casa del nostro Presidente Luigi Giglio e abbiamo dovuto chiamare i carabinieri? Beh dai, capolavoro. Sono quelli i momenti in cui tu rifletti, e capisci che anche se questa comunità facebook è basata sul GDR si è comunque in grado di farsi degli amici che hanno tutti un unica passione in comune. Il calcio.

E sì, nei miei articoli userò sempre queste parole: “famiglia” e “amicizia”. Perché non c’è niente di meglio di divertirsi in compagnia con persone che da un giorno all’altro potrebbero diventare più di semplici conoscenti.

Lu, ora sei al Pisa. All’Inter hai dato il massimo e te ne siamo tutti grati, dai partenti fino ai nuovi arrivati.
Ti sei sempre sentito poco conosciuto nel Progetto, beh, ora stai pur sicuro che un nome te lo sei fatto e potrai aumentare la sua importanza cercando di fare una cosa: vincere.
Vai e vinci anche per noi dell’Inter. Vai bimbo d’oro, vai e non tornare fino a quando non avrai fatto il tuo dovere. Ora vai, e cerca di infondere dovunque il nostro principio di interismo. Tu, con me e tutti gli altri cardini della squadra, sei e sarai per sempre Inter.

Ciao Lu, ci si vede sul campo. Ciao Amico mio. Addio Mister.

Marchese, out

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *