Da 0 a 10 dall’Europa alla serie C

0 alla rivolta nello spogliatoio Juve. Scandaloso quello che sta succedendo, soprattutto da parte dei senatori che hanno fatto grande il gioco. Il far giocare tutti è alla base di ogni squadra vincente e una polemica così sterile fa solo male all’ambiente.

1 il punto del Verona sulla retrocessione diretta in Serie C. Al momento la vecchia academy sarebbe ai playout con il Parma.

2 a 1 il risultato che condanna la Juve ad uscire dalla Champions. Coutinho e un rigore di Verratti portano alla vittoria un Psg senza Cavani.

3 i punti che separano Lazio e Juventus. Due partite fa il margine era di 9. 6 i punti recuperati in due partite e campionato riaperto. Troppo forte la distrazione Champions per ammazzare il campionato.

4 gol che buttano fuori il Drink Team; sembrava tutto in discesa alla fine del primo tempo,  poi i gol presi nel secondo. Stagione fallimentare.

5 i gol del Drink Team con l’Inter e del Milan con il Benfica.

6 le partite che mancano alla fine della Serie A, dove tutto è ancora aperto. Lo scudetto, la corsa all’Europa e la salvezza.

7 i punti di differenza tra Avellino e Chievo. 3 punti in meno di quelli che mancano per la promozione diretta dei campani. Il rischio di non giocare i playoff è serissimo.

8 alla rincorsa della Roma ai playoff. Questa squadra merita una menzione speciale. Finale di coppa Italia e zona playoff, per quello che si è visto, la Roma e i suoi giocatori meritano di essere molto più in alto.

9 le squadre che potrebbero arrivare ai playoff. Dal Chievo al Cittadella lotta apertissima. Dal quarto al dodicesimo posto può cambiare tutto.

10 alle promosse in serie B. Foggia e Feralpi Salò sono già certe di prendere parte al campionato cadetto, l’Ancona è a un passo dal riuscirci.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento