Serie A, voti del calciomercato invernale

Dopo aver riportato tutte le trattative avvenute nella finestra invernale di mercato di questa Serie A, vi presentiamo i voti redatti da un nostro giornalista a tutte le squadre di A.

VOTO: 6.5

COMMENTO: Myronyk ottimo acquisto sulla fascia destra, che va a rinforzare un reparto già presidiato dal capitano Cesaride. Ottima intuizione invece quella che ha portato Davide Hay, una seconda punta molto veloce e tecnica, compagno perfetto di Mazzei.

Bari

VOTO:  6.5

COMMENTO:  La cifra per garantirsi le prestazioni di Paparella pare esagerata, così come quella spesa per gli acquisti di Fregna e Bertuzzi paragonata all’attività del giocatore. Torcolini è il risultato di un’ottima operazione conclusa con il prestito, così come l’ingaggio di Ietto. Il mercato in uscita vede una cessione importante come Mattia al Milan e Ceraolo all’Udinese – probabilmente a una cifra troppo bassa per il valore del giocatore – e Occioni al Fublet.

VOTO: 6

COMMENTO:  Nessun acquisto davvero di livello, compensate le cessioni di Gaetano Fagone e Scriboni con gli acquisti di Callegaro, Bellinato e Montecalvo. 

VOTO: S.V.

COMMENTO: Nessuna operazione di mercato effettuata da parte degli squali, un solo ingaggio proveniente dal draft e uno svincolo di un giocatore inattivo.

 VOTO: 7-

COMMENTO: Un unico e ottimo colpo in entrata. Matteo Croatti dall’Udinese per un’ottima cifra per un giocatore con una buona attività e di prima generazione. Il meno sul voto finale è per via della cessione di Davenport a una cifra troppo bassa per la qualità del giocatore. Ottime operazioni in uscita con Bajrami e Di Iure all’Udinese: menzione speciale per quest’ultima, che ha portato nelle casse del Drink una cifra pari allo stesso compenso per portare Croatti tra gli alcolizzati di Dublino.

VOTO: 5.5

COMMENTO: Forse la squadra aveva bisogno di molto altro. Nanni è un difensore non troppo attivo comprato a una cifra bassa, ma superiore di poco a quella spesa dal Progetto Gaming per Davenport. Pizzolongo preso dal draft, un attaccante dagli svincolati e Servidio, difensore in prestito dal Bari. Gli acquisti peccano in attività. Ottime le cessioni di Amato al Benevento e di Galante al Cittadella. Le restanti operazioni in uscita riguardano giocatori svincolati o utenti che sono stati bannati successivamente alle trattative.

VOTO: 8

COMMENTO: Il colpo del secolo, Pironti dal Palermo in uno scambio per tre giocatori non attivissimi merita tutto il 7 di voto. Un’operazione incredibile da cui il Genoa ricava addirittura una plusvalenza. Come? L’ingaggio di tre giocatori messi insieme gravano di più a bilancio rispetto all’ingaggio di un singolo giocatore, dunque è davvero il colpo del secolo. Acquistati poi Petino dalla Lucchese per una cifra discreta per qualità e attività, Di Lernia e Giusiano in prestito dal Parma buone riserve. Le cessioni dei tre giocatori al Palermo sono giuste, Martini ha buone qualità, gli altri due non sono giocatori di cui valeva la pena tenere evidentemente. Manni ceduto al Lecce per un’ottima cifra data l’attività del giocatore, Finotto in prestito al Parma per poter farlo giocare.

VOTO: 6.5

COMMENTO: Non compie delle grandissimi operazioni, ma giusto due degne di nota. Bifano dal Sassuolo per una cifra molto alta, una delle più alte in questo mercato: un ottimo investimento per l’attività del giocatore. La cessione di Gallarato alla Lazio, che però rimarrà in prestito all’Inter, porta sì una cifra notevole incassata, però la perdita di questo giocatore, uno dei più forti nel campionato, nella prossima stagione si sentirà e non poco.

VOTO: 7.5

COMMENTO: Acquisti ottimi a cifre non troppo elevate. Berdiotto, terzino di spinta molto forte e con una buona attività. Kasemi ottimo centrocampista, dispone di buone qualità per fare bene in campo. Pejcic, il Pjanic del nostro campionato. Giocatore molto bravo in campo, meno nell’aspetto dell’attività. Perfetti un buon innesto dopo la cessione di Scardace e ottimi gli ingressi in prestito di giocatori in ruoli indispensabili, come Angeli e Lo Verde, ceduto al Sassuolo nella stessa finestra di mercato e in attacco De Nadai. Complice la multa, la Juventus doveva vendere e ha venduto molto.  Arrigo torna al Cesena per un compenso grandissimo, brutta perdita per la Juve dato l’attaccante era uno di quelli che segnava di più. Altre due pedine fondamentali erano Navoni e Norfini, ceduti al Milan venduti per una cifra parecchio interessante. Perso Scardace, di cui però forse se ne poteva fare a meno, dato l’innesto di nuovi giocatori nel suo ruolo. Ceduto anche Michelini, ottimo regista in mezzo al campo e che portava una buona dose di attività.

VOTO: 7

COMMENTO: Vi chiederete il perchè del 7, beh, l’acquisto di uno dei giocatori più forti del campionato, anche se potrà sfruttare le sue prestazioni solo dalla prossima stagione è stata un’operazione eccezionale. Una cifra elevata per assicurarsi Gallarato dalla prossima stagione, cedendo due giocatori in prestito, ricavandone e ripagando quasi per metà l’acquisto di Gallarato. Manduci, Aprile e Ghio, tre ottimi giocatori, uno di questi ceduto in via definitiva e due in prestito.

 

VOTO: 7+

COMMENTO: Acquista Mandile per una buona cifra, un centrocampista da ottime doti, un po’ meno in attività. Boffi un buon difensore, ciò che serviva al Lecce. Valentino e Manni, due investimenti a una cifra discreta, il primo garantisce una buona attività, il secondo garantisce delle buone prestazioni in campo. I colpi assoluti sono però l’arrivo di Ianzano – anche se in prestito – e dell’ex-pallone d’oro Rotini. In cambio ci sono state delle ottime cessioni di giocatori molto forti e attivi, come Franco, Myronyk, Gambardella e Piarulli.

VOTO: 7+

COMMENTO: Che mercato per una neopromossa. Si aggiudica le prestazioni di giocatori molto importanti all’interno del progetto per attività e qualità. Prima Rotini, ceduto poi per Franco. L’arrivo di Michelini e un terzino dal draft dalla ottima attività come Raffioni, sono il fiore all’occhiello del mercato amaranto. Il totale ricavato dalle cessioni di giocatori non troppo attivi è maggiore rispetto ai soldi spesi per acquistare questi grandissimi giocatori e su questo c’è solo da fare i complimenti.

 

VOTO: 8

COMMENTO: Ottime operazioni di mercato, spesi molti soldi e incassati altrettanto. Partiamo dal basso. Lopez, portiere preso dagli svincolati come secondo e fatto tornare attivo, per ora garantisce anche una buona presenza all’interno del gruppo. Guassone, preso dal Verona per sostituire l’inattivo Torregrossa,  ha portato una dose generosa di attività del giocatore ripagata da ottime prestazioni garantite nelle sue prime presenze. Stesso discorso per  Gambardella, preso in prestito, che potrebbe rivelarsi una mezza rivelazione in questo nuovo Milan. Lanza dal canto suo garantisce ottime prestazioni e un’ottima attività in cambio di Di Leo. Grande colpo dei Rossoneri di Damiano Mattia dal Bari per una grande cifra, assolutamente giustificata da attività e in qualità del giocatore. La ciliegina sulla torta, Navoni e Norfini. Il duo garantisce delle ottime prestazioni e una buona attività, colpi importantissimi. Le cessioni sono significative. Mandile per una buona cifra, garantiva delle ottime prestazioni, ma peccava sotto l’aspetto dell’attività. Boffi, cifra discreta e stesso discorso fatto per Mandile. Anche Calderone è un’ottima operazione in uscita,data l’attività del giocatore. Torcolini ceduto per una buona cifra. Ianzano via in prestito è l’unica pecca di questo mercato rossonoer, dato che garantiva attività e ottime prestazioni.

 

VOTO: 7-

COMMENTO: Degno di nota l’acquisto di Aruta, dall’ottima attività e ottime prestazioni per una cifra bassissima. Arrivano in azzurro anche Guariglia, Vicario in uno scambio, Lanno e Borghetti. Fino a qui il mercato sarebbe da 7.5 solo per gli acquisti, si passa però alle cessioni. Fanno discutere le cessioni di giocatori importanti come Xhyliqi e Sangiorgio. Il primo a zero in uno scambio, l’altro per una cifra molto bassa rispetto all’attività e qualità del giocatore. Perso anche Duro, buon attaccante, ma da cui ricavano una cifra discreta. Le restanti cessioni di Falcone e Scali non sono grosse perdite. Lo è però lo svincolo di Caiazzo, portiere che possedeva ottime doti.

 

Palermo

VOTO: 7.5

COMMENTO: Il colpo del secolo visto dall’altra faccia della medaglia. Il Palermo aveva bisogno di giocatori, attivi e che risvegliassero una squadra che era in procinto di morire. La cessione di Pironti era praticamente obbligata, i tre giocatori arrivati dal Genoa, Martini, Sfameni e D’Amico sono essenziali per ricostruire il gruppo Palermo, dunque è stato un vantaggio per entrambe le squadre. Acquisto importantissimo quello di Scardace dalla Juventus, giocatore molto forte e dalla buona attività. Altrettanto significativo anche quello di Carafa, ottimo giocatore e buona attività. Martellucci in prestito invece una pedina fondamentale per avere ricambi sui terzini. Ottimi gli acquisti dal Verona tramite presidenza di Belloni e Minnicelli che garatiscono buona attività. Oltre la cessione di Pironti non ce ne sono state altre così importanti. Della Morte, giocatore depotenziato venduto per una cifra molto bassa. Nanni venduto per una cifra bassa. Sgrò, giocatore duttile ceduto per arrivare all’acquisto di Carafa. D’Alessandro ceduto a una cifra buona considerata l’attività del giocatore.

VOTO: 7-

COMMENTO: Non un mercato altisonante da parte dei piggini, soprattutto alcuni buoni innesti. Il più importante Fagone, tramite la cessione però di Bellinato. Ottimo recupero di Bessi tornata attiva e riportata alla base per una cifra bassissima. Altra grande intuizione quella di Davenport, attaccante dalle doti straordinarie, acquistato per una cifra molto bassa. Maltese buon innesto in attacco per far rifiatare il reparto, che coincide con la cessione di Calini, giocatore non attivissimo. Altra scommessa del PG è Della Morte per una cifra bassa, giocatore depotenziato, ma che se recuperato garantisce buone prestazioni. Sgrò, giocatore duttile e importante per la fascia sinistra della squadra di Crema, arrivato per la cessione di Carafa. Altri addii importanti sono Bellinato – nominato prima – e Marco Invernizzi, difensore dalle ottime qualità e buona attività ceduto per arrivare al cartellino di Pizzitola e Di Filippo, giocatori che garantiranno buone prestazioni a partire dall’anno prossimo. Ottimo il ricavo ottenuto dalla cessione in prestito di Trovato.

 

VOTO: 6.5

COMMENTO: Ottimo e unico acquisto quello di Andryiesh per una cifra bassa, data attività e qualità del giocatore. Pesco in prestito, un giocatore da prendere dopo gli addii di Lubatti e Sbardella. Pugnetti ceduta per arrivare al cartellino di Andryiesh non è poi una grossa perdita.

 

VOTO: 6.5

COMMENTO: Pochi ma buoni. Buon investimento quello fatto per Lo Verde, giocatore però che rimarrà nella squadra da cui è stato acquistato ancora per questi 6 mesi. Maddaluna un buon giocatore e discreta attività. Verticchio un’incognita? Tra le cessioni una in particolare è importante. Bifano per una cifra tra le più alte di questo mercato, perdita in attività ma una cifra sostanziosa è stata incassata. Ceduto anche Comunale in prestito, giocatore che faceva la differenza sulla fascia. Martellucci in prestito, terzino dalle buone qualità che migliorerà al suo ritorno.

VOTO: 5

COMMENTO: Mercato molto sottotono, complice anche un DS non molto competente nel settore. Buon acquisto quello di Avogaro in prestito che garantisce per ora l’attività. Acquistato Scaccabarozzi per una cifra troppo alta. L’arrivo di Cioè in prestito è invece un buon colpo, a termine, ergo tra sei mesi. Torcolini acquistato ma ceduto subito dopo in prestito, ottenendo una minusvalenza notevole. Acquistato Di Leo in cambio di Lanza, forse uno scambio alla pari, forse no. Coghi ripaga invece la spesa fatta per il giocatore con l’attività e delle buone prestazioni. Un grande flop è Massa acquistato per una cifra bassa, ma svincolato subito dopo per inattività. Clasadonte arriva in prestito dall’Inter, un buon colpo. Tra le cessioni, dopo quelle già nominate di Torcolini e Lanza, tra le più importanti troviamo Hay ceduto ad una cifra forse più bassa, vedendo la qualità del giocatore e l’attività che può portare. L’altra cessione importante è Kasemi, una buona cifra incassata, ma un centrocampista di ottime qualità e ottima attività è stato perso. 

VOTO: 6.5

COMMENTO: Non troppe operazioni, ma giuste. Figoni ottimo acquisto per una buona cifra, ripaga l’attività e le qualità del giocatore. Frunzio acquistato dagli svincolati, un inattivo di lusso, probabilmente tornerà attivo? Cianflone da uno scambio di inattivi con Arpaia, tra i due direi che Cianflone è quello più vicino a poter essere riattivato. Tra le cessioni ci sono tre prestiti: Avogaro ceduto in prestito per poter permettere al giocatore di fare qualche presenza, così come Ruggeri e Perini.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento