Finale della Fase 3 – Overwatch League

Si conclude anche la fase 3 della Overwatch League, andiamo a vedere insieme i risultato dei playoff.

Innanzitutto spieghiamo il nuovo regolamento dei playoff introdotto in questa fase: ora sono le prime quattro squadre ad affrontarsi nella sfida di fine Stage, con il primo team classificato che può scegliere il suo primo avversario tra le altre tre squadre classificate, che disputa la prima semifinale. Di seguito giocano gli altri due team, e i vincitori si affrontano nella finalissima per aggiudicarsi il primo premio da centomila dollari.

Boston Uprising – Los Angeles Gladiators 3 – 0

Gli Uprising vincono a mani basse la prima semifinale contro i Gladiators. Gli Uprising scelgono saggiamente i Gladiators come loro avversari, ed entrano in campo con estrema fiducia. Fiducia data anche dal DPS “Striker” Nam-joo, che da il suo massimo come nel resto di questa fase 3, e dallo specialista di hitscan “Mistakes” Danilov, che ci mostra una delle sue prestazioni migliori dall’inizio della League. Su Junkertown in un duello di Widowmaker con l’avversario “Surefour” Roberts non ha eguali: mentre il DPS dei Gladiators totalizza poco più di 9000 punti di danno inflitto, il russo ne colleziona 15700. I Gladiators erano sicuramente sfavoriti in questo match, ma le cose si sono fatte drastiche di fronte alla dirompente offensiva dei ragazzi di Boston. La linea di tank del team in viola, composta da “Fissure” Chan-hyung e “Bischu” Kim, considerata una delle più temibili della League, perde parecchi colpi contro l’assalto degli Uprising, e nemmeno la buona prestazione di Surefour riesce a salvare il match, completamente a senso unico.

New York Excelsior – Los Angeles Valiant 3 – 0

Gli Excelsior spazzano via i Valiant nella seconda semifinale dei playoff. Gli Excelsior si sono ripresi alla grande, dopo qualche match incerto che li ha visti in difficoltà nel corso della fase 3 di Overwatch League. Questo scontro con i Valiant è completamente a senso unico, con i NYXL che counterano tutte le scelte strategiche degli avversari, a volte anche con delle comp molto particolari. Su Junkertown, ad esempio, il team sfodera una strana strategia a tre tank e due cecchini, con il DPS “Libero” Hye-sung che si destreggia egregiamente con l’eroe giapponese. Nonostante le prodezze viste nel match, i Valiant oppongono una strenua lotta durante il loro attacco sulla prima mappa: la combinazione dei DPS “SoOn” Tarlier ed “Agilities” Girardi impensierisce parecchio il team di New York, ma una volta sistemati quei due il resto del match fila liscio. Anche sulle restanti mappe, Ilios e Temple of Anubis, il match segue la direzione impartita dai NYXL, con il tank “MekO” Tae-hong che si dimostra una componente chiave nella strategia del team in testa alla classifica generale, grazie al suo sapiente uso di D.Va.

FINALE

New York Excelsior – Boston Uprising 3 – 0

In una finale molto più accesa di quanto il risultato suggerisce gli Excel si aggiudicano la seconda vittoria di fila ai playoff contro gli Uprising. Un match al cardiopalma quello tra NYXL ed Uprising quattro mappe giocate, tutte concluse sul filo del rasoio: su Junkertown un bastion a sorpresa riesce a farla spuntare agli Excelsior nel loro ultimissimo push; su Nepal tutti e due i punti arrivano a 99 contro 99; Volskaya Industries finisce in pareggio dopo una lunga ed accesissima fase supplementare; anche Numbani, la mappa finale, vede l’avanzata degli Uprising fermata pochi metri prima del traguardo. Cosa ha consentito al team di New York di spuntarla così di misura contro questi temibili avversari? Di sicuro è stata la completezza delle pool di eroi di cui sono a disposizione. Questo team, infatti, dispone di ben tre giocatori di Widowmaker di altissimo livello: il più noto è ovviamente Big Boss “Pine” Do-hyeon, ma tra le fila dei NYXL troviamo anche “Libero” Hye-sung e “Saebyeolbe” Jong-ryeol; poter ciclare tutti e tre i giocatori nel ruolo di cecchino ha permesso di avere quella marcia in più ad ogni turno, grazie alla possibilità del team di cambiare eroi ad ogni battito d’occhi senza ripercussioni sulle performance del team. L’onore di giocatore del match spetta a Saebyeolbe, che sia con Widowmaker che con Tracer dilania le fila nemiche e assicura al suo team la seconda vittoria di fila ai playoff ed il primo premio da centomila dollari.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *