Day 3 – Week 4 – Stage 3 – Overwatch League

Si conclude anche la terza giornata della quarta settimana, vediamo insieme le analisi delle partite di questa fase 3 di Overwatch League

Boston Uprising – Dallas Fuel 4 – 0

Gli Uprising sono a dodici vittorie di fila, quest’ultima contro degli stremati Fuel. Con grande sorpresa di nessuno, gli Uprising vincono un match già deciso in partenza, con la prima mappa che si conclude con i Fuel che, durante la loro intera fase d’attacco, collezionano solo una eliminazione e nemmeno l’un percento del punto di controllo. Il team texano ha dei buoni elementi, ma altri giocatori lasciano molto a desiderare: puntiamo il dito specialmente sui tank della formazione, con il nuovo arrivato “OGE” Min-seok che non ricopre il ruolo meglio del suo predecessore “cocco” Johnson. Rimane solamente una pausa in questa League nella quale effettuare qualche acquisto, e il team ne ha un bisogno viscerale se i Fuel vogliono avere qualche chance di vittoria nella prossima stagione, visto che ormai il divario con la testa della classifica si è fatto irrecuperabile. Gli Uprising sono un carro armato di pura potenza. Sono ancora imbattuti in questa fase, e molto del merito si deve al duo coreano compato da “Striker” Nam-joo e “Gamsu” Young-jin, che conferisce al team di Boston una potenza offensiva inarrestabile. La vera rivelazione di questa prima stagione di Overwatch League, possiamo affermarlo con certezza, sono i Boston Uprising.

Los Angeles Gladiators – Houston Outlaws 3 – 2

Un match estremamente combattuto che vede trionfare i Glaldiators di misura contro gli Outlaws. I Gladiators non hanno problemi nelle due mappe, vinte con gran facilità sfruttando una delle debolezze maggiori degli Outlaws, la mancanza di un giocatore dedicato su Tracer. Nonostante i miglioramenti ottenuti da “LiNkzr” Masalin con l’eroe, il rivale “Asher” Joon-seong non ha avuto problemi a vincere i duelli contro il finlandese e, di conseguenza, a raccogliere eliminazioni su tutta la linea dei texani. Nella ripresa le cose vanno diversamente, con LiNkzr che domina il match con Widowmaker, spesso riuscendo a mettere in difficoltà “Surefour” Roberts, ma nella mappa di spareggio entra in gioco “Hydration” Goes Telles che, utilizzando al meglio Sombra, riesce ad aiutare il team a farsi largo nella formazione degli Outlaws. La Muraglia Verde è sempre più instabile. Nonostante la rosa sia composta da ottimi giocatori, qualcosa sembra sempre fuori posto, e il team non è più riuscito, dopo i playoff conquistati nella fase uno, a dare il meglio di se. La squadra necessita di una forte scossa alla rosa dei giocatori, se vogliono aver speranze di rientrare nei playoff finali.

Los Angeles Valiant – Florida Mayhem 3 – 1

Un match strano quello tra Valiant e Mayhem, che si conclude con la vittoria del team in verde e oro. Gli assi nelle maniche dei Valiant sono i due DPS “Bunny” Joon-hyuk e “Agilities” Girardi: mentre il coreano domina la scena con Tracer il suo collega dimostra la sua magistrale abilità nell’utilizzo degli eroi “a proiettile” Genji, Pharah e Junkrat. Dopo aver vinto le prime due mappe, le cose si ribaltano su Ilios, dove “Sayaplayer” Jung-woo da spettacolo utilizzando i suoi hitscan preferiti, Soldier:76 e Widowmaker, e anche sull’ultima mappa, Junkertown, la superiorità del coreano nei duelli di cecchini con il rivale “SoOn” Tarlier ha influito molto sul match. I Valiant cambiano forzatamente strategia sul punto C e riescono ad ottenere abbastanza potenza di fuoco da neutralizzare Sayaplayer; la mancanza di questo giocatore chiave costa ai Mayhem la mappa e la partita.

Segui la Overwatch League su Twitch, e rimani aggiornato sui giocatori, le mappe e sui risultati dei match qui su ProgettoGaming.it!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento