Day 3 – Week 1 – Stage 3 Overwatch league

Si è conlcuso la penultima giornata di questa settimana inaugurale della terza fase di Overwatch league, ecco i risultati dei match

Los Angeles Gladiators – Dallas Fuel 3 – 1
I Gladiators si riscattano dopo la tremenda sconfitta di inizio settimana conquistando una vittoria importante contro i Fuel. Sembrava che la squadra texana si fosse assestata bene, dopo la partenza del loro support e shotcaller alla volta dei Los Angeles Valiant, ma ora nessuno ne è più così sicuro, dopo la bruciante disfatta sulle prime tre mappe, vinte a mani basse dai Gladiators. I Fusion si appoggiano, come sempre, alle prestazioni del DPS “EFFECT” Hwang: questo giocatore dimostra buone abilità, ma la squadra non è reattiva e non lo segue nei dive, lasciandolo spesso da solo contro tanti; uniche eccezioni sono occasionalmente “Seagull” Larned e “aKm” Bignet, ma anche loro agiscono solo sporadicamente. Quando il team si coordina ormai il match è perso, ma i Fuel dimostrano di essere ancora abbastanza combattivi. I Gladiators questa vittoria da una scarica morale non indifferente: dopo la sconfitta pesante contro gli Shock. “Fissure” Chang-hyung dirige il team con Winston, coordinato nelle frag dal DPS “Asher” Joon-seong: i due sembrano un sol uomo. Un match vinto ma contro un team in fase altalenante, ma speriamo di poter osservare delle performance migliori sia dai talenti dei Fuel che da quelli dei Gladiators.

Los Angeles Valiant – Shanghai Dragons 4 – 0
I Valiant non hanno perso nemmeno una mappa dall’inizio della fase 3, e non hanno intenzione di cederne nemmeno ai Dragons. I Dragons rimangono a zero vittorie, nonostante le speranze date dall’arrivo dei nuovi giocatori coreani nella rosa, soprattutto di “Geguri” Se-yeon. Dopo la sconfitta contro i Fuel arriva anche quella con i Valiant, che sembrano inarrestabili dopo questi due match. Le nuove aggiunte del team cinese si dimostrano capaci, ma i problemi di comunicazione non mancano di creare grandissime opportunità di attacco per la squadra americana: il tank “Fearless” Eui-Seok si comporta bene, ma la backline non è pronta a supportarlo con le cure e il giocatore si ritrova spesso e volentieri nella spawn room. Le Ultimate vengono lanciate senza criterio, i giocatori sono distanti dai support, un vero e proprio caos. Il team di coaching dei Dragons si dovrà dare molto da fare per risolvere la situazione. Sui Valiant poco da dire, se non che la nuova squadra funziona alla grande. “Custa” Kennedy si rivela fondamentale: cure a chi servono, danno dove necessario, questo giocatore si dimostra un maestro di Zenyatta ma anche un leader in campo e uno shotcaller eccezionale, coadiuvato dei dive dai DPS “Agilities” Girardi e “SoOn” Tarlier, eccezionali nei rispettivi ruoli. una squadra riformata che gioca ad un livello molto alto, e sembra puntare direttamente ai playoff.

Seoul Dynasty – San Francisco Shock 4 – 0
I Dynasty ritornano alla carica dopo la devastante sconfitta della prima giornata, conquistando tutte le mappe in gioco contro gli Shock. Sembrava un inizio di fase da disperazione per i Dynasty dopo il 4-0 secco contro i Valiant, ma i coreani ci dimostrano che hanno ancora qualche asso nella manica. L’MVP è sicuramente “ryujehong” Je-hong, support delle Tigri, che gioca in maniera eccezionale durante tutto il match, specialmente su Blizzard World, dove i suoi numeri con Moira sono enormi e le sue Coalescence sono presenti in quasi tutte le teamfight. Buona la scelta di mettere “Weekend” Seok-woo in campo con Junkrat: il giocatore porta a casa delle frag importanti contro i support avversari, riuscendo a capovolgere delle situazioni che sembravano impossibili.
Gli Shock, a differenza di quanto il risultato può far sembrare, non sono rimasti passivi ad aspettare la fine: anche se il nuovo tank “Super” DeLisi non è coordinato con il resto del team i suoi compagni si muovono bene, lottano in gruppo in maniera coesa e precisa e danno non poco filo da torcere al team coreano avversario. Il punto debole è proprio Super: per tutto il match si butta in dive improvvisati, venendo eliminato spesso come risultato e lasciando il suo team in inferiorità numerica, essenziale componente in un gioco a squadre come Overwatch. Lo staff di allenatori degli Shock deve riuscire a limitare l’aggressività di questo giocatore se vogliono avere delle possibilità di competere nei playoff della fase 3.

Seguite la Overwatch League su www.twitch.com/overwatchleague o sul sito www.overwatchleague.com, e leggete tutti gli approfondimenti sui team, sui giocatori e le analisi delle partite su ProgettoGaming.it!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento