Week 5 – Day 1-2 – Stage 2 – Overwatch League

Inizia la settimana con dei match importanti per i Playoff della seconda fase, ecco i risultati.

Philadelphia Fusion – Los Angeles Gladiators 3 – 1

Si affievoliscono le possibilità di arrivare ai playoff per i Gladiators, mentre aumentano quelle per i Fusion. I Fusion portano a casa un risultato importante, anche se con una partita in meno si portano in vista dei playoff, mentre i Gladiators vengono scavalcati dai Dynasty per differenza mappe. Al giro di boa la partita vede le due squadre in parità 1-1, con i Gladiators che si aggiudicano il loro map type preferito, Control Point, mentre i Fusion dominano sul loro map type con più vittorie, Assault. I Gladiators cercano di ottenere il vantaggio sostituendo nell’intervallo di metà “Asher” Jun-sung per mettere in campo la star “Surefour” Roberts, ma i Fusion lo prevedono e contrattaccano: “Carpe” Jae-hyeok e “snillo” Ekstrom si concentrano ad eliminare la minaccia Widowmaker, riuscendo costantemente ad eliminarlo dalle teamfight, concedendo così un enorme vantaggio alla squadra di Philadelphia. Con Surefour addirittura rinchiuso nel suo stesso punto di spawn su Hollywood i Gladiators hanno avuto vita difficile, e sulla mappa finale, Route 66, i Fusion riescono addirittura a non lasciare nemmeno un punticino ai rivali. Un match importantissimo, che potrebbe permettere ai Fusion di approfittare di uno scivolone dei Dynasty o degli Spitfire (o di entrambe le squadre) per conquistarsi un piazzamento nei Playoff.

Florida Mayhem – San Francisco Shock 3 – 2

I Mayhem portano a casa una sudatissima vittoria contro gli Shock, dimostrando ancora una volta i propri grandi miglioramenti. Un’altra superstar fa il suo debutto nelle fila degli Shock: si tratta di “Sinatraa” Won, portatore del contratto più alto visto finora all’interno della League, gran talento su Tracer e Zarya. E ci ha mostrato che quel contratto è ben meritato, portando entrambi questi eroi tra le fila degli Shock con estrema bravura come primo DPS, mentre “Babybay” Francisty e “Danteh” Cruz si alternavano dove necessario. Ma, anche con il nuovo talento in gioco, i Mayhem approfittano della poca coordinazne avversaria e della scarsa economia delle Ultimate per aggiudicarsi la terza vittoria in questo Stage. Fondamentale la presenza di “Logix” Berghmans che, molto coordinato con il suo team, risalta, conquistando ai Mayhem diversi vantaggi con le sue eliminazioni. Logix dimostra ancora una volta che il suo duro lavoro ha pagato bene, e che può essere considerato un ottimo giocatore di hitscan all’interno della League.

Houston Outlaws – Shanghai Dragons 4 – 0

Una vittoria prognosticata quella degli Outlaws contro i Dragons, che però non chiarisce i dubbi sulle prestazioni della squadra americana. Shanghai ancora con dei problemi di presenza, con “Diya” Lu e “Undead” Chao ritornati entrambi in Cina, con il secondo sostituito in gioco da “MG” Dongjian che passa da tank a DPS. Non è ancora ben coesa la squadra viste le assenze importanti, ma la speranza si profila all’orizzonte con l’arrivo di due dei tre giocatori acquistati durante la pausa ma trattenuti dall’immigrazione americana, “Ado” Chon e “Fearless” Eui-Seok, mentre la terza giocatrice in arrivo, “Geguri” Seyeon dovrebbe arrivare prima dell’inizio della fase 3. Gli Outlaws, dall’altro canto, sono reduci da una fase due non proprio brillante, ed è difficile stimarne le capacità dopo una vittoria con un team fanalino di coda come i Dragons, ma sorprende la prestazione di “JAKE” Lyon con Tracer: un eroe che manca di un giocatore competente all’interno della squadra, ma l’ottima partita di JAKE ha consentito agli Outlaws di rischiare qualche comp anche senza l’altro DPS “LiNkzr” Masalin. I fan si augurano che questa scintilla permetterà di fare meglio che in questo Stage nella fase 3.

Houston Outlaws – Seoul Dynasty 3 – 1

Un match che riapre la corsa ai playoff questo, con i Dynasty che scendono al quinto posto contro gli Outlaws. La volata finale verso i playoff si fa accesissima questa settimana, con i Dynasty che perdono la possibilità di assicurarsi un considerevole vantaggio sui Fusion e sui Gladiators. Un vantaggio che si trovava solamente nelle loro mani, e pochi avrebbero puntato sigli Outlaws, una squadra seriamente provata da questa fase 2. Se i support brillano, sono i DPS a venire meno: i Dynasty non riescono a trovare le eliminazioni necessarie a stoppare l’avanzata della Muraglia Verde che, trovato il vantaggio in delle teamfight chiave grazie alle capacità strategiche dei propri giocatori, trova la vittoria del match e una grande soddisfazione in questo finale di Stage. Menzione d’onore va sicuramente a “LiNkzr” Masalin che, sollevato dal ruolo di Tracer, riesce a sfoderare una Widowmaker di rara bellezza che mette a dura prova gli avversari, in particolar modo “Fleta” Byung-sun, il mirror hero avversario. Uno splendore quello di LiNkzr che non sarebbe stato però possibile senza l’aiuto di “JAKE” Lyon. Come egli stesso ha dichiarato alla fine del match “La mia Tracer non è tra le migliori della League e ne sono perfettamente a conoscenza, quindi cerco di giocare il mio ruolo più per aiutare e proteggere i miei compagni di squadra, in particolar modo LiNkzr, che come puro DPS”. Una risposta molto matura, che però lascia ancora qualche dubbio: gli Outlaws hanno intenzione di fornirsi di un main Tracer per la fase 3 oppure no?

New York Excelsior – Dallas Fuel 3 – 2

Un bello spavento per gli Excelsior, ma un grande risultato per i Fuel nonostante la sconfitta. I Fuel si possono definire soddisfatti, dopo aver tentato un azzardo che, però, non avrebbe potuto affossare la squadra più di quanto non stesse già facendo in precedenza. “Mickie” Rattanasangchod passa a main tank e “Seagull” Larned ritorna in campo, acclamato dal pubblico, nel rulo di D.Va, che non è tra le sue classiche scelte di eroe. Una sinergia inaspettata ed incredibile quella tra i due tank, che ha portato i Fuel a confrontarsi quasi alla pari contro la capolista della League. Per i NYXL, invece, la vittoria si deve quasi esclusivamente ai due DPS “Libero” Haw-seong e “Saebyeolbe” Jong-ryeol che, seppure con uno sforzo sovrumano, sono riusciti a contrastare l’avanzata degli eroi offensivi avversari, resi più liberi di muoversi grazie alla ritrovata sinergia tra due tank. I fan, e tutti gli appassionati, sperano che questa ritrovata energia e il ritorno in campo di Seagull possano essere una nuova rinascita per i Fuel, visto che il nuovo tank appena acquistato “OGE” Son è stato sospeso ancor prima di iniziare a giocare per la sua partecipazione in un’attività di account boosting in Corea.

Boston Uprising – San Francisco Shock 3 – 2

Una battaglia molto ardua, ma in conclusione gli Uprising riescono a strappare una vittoria agli Shock. L’allegria per l’arrivo del nuovo DPS “sinatraa” Won si è placata, e ora gli Shock devono pensare al passo successivo, ovvero come integrare al meglio questo giocatore all’interno delle proprie fila. Infatti, sebbene la sua padronanza di Tracer sia spettacolare, la sua aggressività in congiunzione alla poca coordinazione del team costa alla squadra di San Francisco diverse teamfight che sarebbero potute finire ben diversamente. Nonostante la vittoria, ottenuta veramente per poco, gli Uprising non dovrebbero essere così soddisfatti. Il merito della gran parte del lavoro va infatti al DPS “DreamKazper” Sanchez e alla sua enorme competenza in molti eroi diversi, ma se un giorno, per qualsiasi motivo, questo giocatore non potesse essere presente in campo gli Uprising se la vedrebbero veramente brutta, visto che mancano di una seconda linea di tank e support veramente competitiva. Gli Shock sono alla terza sconfitta di seguito ma si possono ritenere soddisfatti: si continuano a notare i miglioramenti che questa squadra sta conseguendo, e le speranze per un miglior piazzamento nella prossima fase di Overwatch League non sono così irraggiungibili

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento