Day 1-2 – Week 4 – Stage 2 – Overwatch League

Si apre la quarta settimana della fase due di Overwatch League

Boston Uprising – Dallas Fuel 4 – 0

I Fuel non si riprendono, e gli Uprising portano a casa un’altra vittoria. Era mancato molto alla squadra “Gamsu” Young-jin, considerato da molti uno dei migliori tank della League, e col suo ritorno i risultati non si fanno attendere. Sicuramente questo giocatore è un cardine della squadra, che sembra completamente rinata dopo le sconfitte delle prime settimane di fase 2. La squadra si presenta come molto coordinata ed efficiente, e la Primal Rage di Gamsu su Lijiang Tower ci mostra ancora una volta quale impatto può avere sulla partita un giocatore di questo calibro. Dal lato dei Fuel, invece, le cose vanno sempre peggio. Con “xQc” Langyel che ha lasciato il team, i texani si ritrovano ad affidare il ruolo di main tank a “Taimou” Kettunen, che però delude molto le aspettative, saltando sugli obiettivi sbagliati e facendosi eliminare quasi sempre nei primi secondi di ogni scontro. Anche il DPS “aKm” Bignet non è in forma, e il suo uso di Genji dimostra chiaramente quanto questo giocatore non sia ad un livello da League quando utilizza questo eroe. I Fuel conquistano solo un punto in tutta la partita, il punto A della prima mappa, Volskaya Industries, e tornano a casa con la coda tra le gambe. Si ritrovano così al decimo posto, con soli tre match da giocare prima della fine della fase.

New York Excelsior – Seoul Dynasty 3 – 2

Un match incredibile che vede trionfare gli Excelsior di misura contro i Dynasty. Fin dalla prima mappa si è subito capito quanto questo scontro sarebbe stato spettacolare. I Dynasty arrivavano da uno stage 2 senza nessuna sconfitta, grazie ai preziosi contributi dello specialista di Tracer “Munchkin” Sang-beom e alla ritrovata vitalità del support “tobi” Jin-mo, ma i NYXL avevano un asso nella manica. Questo asso porta il nome di “Libero” Hye-sung che, sfruttando la potenza di molti DPS come Hanzo, Soldier:76, Pharah e Genji, assicura al suo team la vittoria nonostante i tentativi degli avversari di contenere la sua potenza. Infatti i Dynasty sono stati carenti proprio in quel frangente, le eliminazioni. “Fleta” Byung-sun non riesce a distinguersi, specialmente con la pressione che i newyorkesi gli hanno fatto provare durante tutto il match, con il DPS “Saebyeolbe” Jong-yeol che si dedica a isolare ed eliminare Fleta per tutto il match, dimostrando ancora una volta di essere il giocatore di Tracer migliore al mondo. Nonostante tutto, i Dynasty non compiono gli stessi errori due volte. Questo match è sembrato a molti una ‘prova generale’ dei playoff, quindi speriamo che presto questi due team si possano incontrare di nuovo, donandoci ancora un match spettacolare come questo.

Philadelphia Fusion – Shanghai Dragons 4 – 0

I Dragons rimangono senza vittorie, e i Fusion si conquistano un altro match. Nessuno è rimasto sorpreso dal risultato di questo match, specialmente considerando quanto i Fusion siano migliorati in questa seconda fase di Overwatch League. Nonostante gli americani si affidino spesso alle giocate di “Carpe” Jae-hyeok, oggi la stella di merito va alla riserva raramente utilizzata “snillo” Ekstorm. Questo giocatore, aiutato nelle eliminazioni dalla grande nuova scoperta dei Fuel “Eqo” Corona, porta a casa un risultato molto promettente che ci fa sperare di rivedere questo giocatore ancora nel prossimo futuro. Dal canto suo Eqo si dimostra un degno sostituto del partner storico di Carpe, il DPS “ShaDowBurm” Gutscha, e semina distruzione nelle fila dei Dragons, ancora indeboliti dall’assenza di “Diya” Lu, rientrato in cina per problemi familiari. Nonostante sia ancora atteso l’arrivo dei nuovi giocatori acquistati da questo team, tra i quali si staglia l’incredibile Zarya coreana “Geguri” Se-yeon (ancora bloccata dall’immigrazione statunitense), è veramente lampante a tutti che questo team, che si ritrova ora anche in una fase di transizione dopo che il coach è stato sostituito, probabilmente non riuscirà a colmare il grande divario che la separa dalle prime posizioni e, di conseguenza, dai playoff della Season 1.

New York Excelsior – Shanghai Dragons 4 – 0

Con un risultato non sorprendente gli Excelsior portano a casa un altro match contro i Dragons. Non c’è molto stupore nell’annunciare il risultato, i NYXL hanno stravinto, ribaltando completamente gli avversari su tutte le mappe. Nonostante la sconfitta, però, per gli Shanghai bisogna dare conto a “MG” Wu, che ha condotto un’ottima partita dopo l’altrettanto buona prestazione contro i Dynasty la settimana prima. Questa volta MG a sorpresa sceglie Tracer, dimostrando di non essere competente solo in D.Va e nei tank. Al suo posto con l’eroina coreana scende in campo “Xushu” Liu. Nonostante tutto, le ottime prestazioni di MG e Xushu non bastano far competere il fanalino di coda con la prima della classe. Ancora una volta vediamo un gioco pulito e coordinato da parte dei newyorkesi, una caratteristica che abbiamo imparato essere la principale grande qualità che ha permesso a questo team di fissarsi sulla vetta della classifica, insieme alla grande preparazione meccanica dei suoi giocatori. Ora gli Excelsior sono tranquilli della loro posizione in cima alla classifica almeno per questi playoff, con i Dynasty che li seguono ma senza speranze di raggiungerli in questa fase.

Florida Mayhem – Los Angeles Valiant 3 – 1

I Mayhem portano a casa la seconda vittoria di seguito contro degli impreparati Valiant. I Mayhem migliorano a vista d’occhio, portando a casa una importante vittoria contro una delle squadre di testa, che però non sta passando un buon periodo. Overwatch, lo sappiamo, è un gioco dove la coordinazione è importantissima, e i ragazzi della florida lo stanno imparando, mentre i rivali si sono dimostrati ancora una volta carenti in questo campo. La più grande problematica per i Valiant in questo match è stata l’incapacità di “SoOn” Tarlier di giocare insieme alla squadra, venendo troppo spesso sorpreso in posizioni sfavorevoli; questo mal posizionamento, unito ai pochi HP di Tracer, non gli ha consentito di avere l’impatto decisivo sul quale la sua squadra contava. Dall’altro lato, “Logix” Berghmans sfrutta questi posizionamento errati per sfrecciare nelle retrovie degli avversari e assestare dei colpi decisivi alla loro backline. Nella terza mappa i Valiant sembrano riprendersi, anche grazie alle scelte di “TviQ” Lindström che sfodera Sombra e alla composizione a tre tank, ma dopo aver perso questa mappa i Mayhem comprendono la situazione e si adattano alla perfezione, portando a casa l’ultima mappa e, di conseguenza, il match.

Los Angeles Gladiators – Houston Outlaws 3 – 2

Continuano le soddisfazioni per i Gladiators, che conquistano il match contro gli Outlaws. I Gladiators sembrano una squadra totalmente diversa dai loro sé stessi della fase uno, anche grazie all’importante presenza del tank ex Spitfire “Fissure” Chan-hyung che, nonostante la partenza a rilento della seconda fase, sta dando grandi soddisfazioni ai fan dei LA. Una vittoria di misura, ma risulta fondamentale la presenza di Fissure per contrastare il tank avversario, “Muma” Wilmot, in modo massiccio, mentre il DPS “Asher” Joon-seong sbaraglia gli avversari con Tracer, portando a casa ben 61 eliminazioni durante tutto il match. Dall’altro lato troviamo “LiNkzr” Masalin che, pur giocando molto bene, non riesce a dare alla squadra quel qualcosa in più per ribaltare la partita, ma il tallone d’achille rimane sempre l’inabilità del team di giocare un eroe importantissimo come Tracer. Sia LiNkzr che “JAKE” Lyon che “Clockwork” Dias hanno preso in mano quest’eroe nel corso del match, ma nessuno ha portato a casa un risultato eccezionale, a differenza di Asher. La Muraglia Verde potrà voler riporre le speranze nel suo asso nella manica “Mendokusaii” Hakansson, che non ha ancora visto la luce del palco finora, oppure saranno costretti a rinunciare ad un eroe così importante in molte comp ed imparare a farne a meno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento