Minecraft: Acquatic Update

Come già annunciato in un vecchio articolo, Minecraft avrebbe visto un notevole miglioramento. Parliamo dell’aggiornamento che è stata denominata “Acquatic Update”, in quanto si sta focalizzando parecchio sull’arricchire l’ambiente marino. All’epoca avevano però solo annunciato alcune caratteristiche principali, senza entrare troppo nei dettagli di ciò che ci avrebbe offerto. Ebbene, oggi con questo articolo proveremo a coprire il più possibile di quello che verrà aggiunto. Moltissime cose sono già disponibili al momento in Minecraft tramite gli snapshots, altri invece sono comunque in fase di elaborazione e a breve giungeranno.

Nuovi Blocchi

Partiamo con quello che era una richiesta del pubblico da diverso tempo, nonostante non sia acquatico. Finalmente sono state aggiunte le varianti dei legni mancanti per le trapdoor, le pressure plate e i bottoni. Una richiesta più che lecita che finalmente ha ricevuto il responso. Lo stesso vale per i blocchi di Prismarine, che ora hanno la loro versione in slabs e stairs. Nuovi blocchi marittimi includono kelp (craftabile poi in blocchi solidi), sea grass e uova di tartarughe (che approfondiremo dopo). Di particolare c’è ora la possibilità di scorticare i tronchi di legno, offrendo più variabilità nei blocchi da costruzione e decoro. Infine, sui fondali marini è possibile trovare blocchi di magma che produrranno bolle.

Nuovi Oggetti

Il primo tra tutti, annunciato in anticipo con l’aggiornamento, è il tridente. Esso è un’arma che si rende particolarmente versatile in acqua e con la caratteristica di essere anche lanciata come un giavellotto. A seguire c’è lo scute e i gusci di tartaruga, bottini lasciati dai nuovi mob, che possono essere utilizzati come ricette per craftare varie cose. Tra quele c’è la pozione del Turtle Master e la freccia del Turtle Master, il cui effetto è dare slowness e resistance IV. Essendoci nuovi mob sono disponibili in creative anche le uova a loro associate. C’è la dried kelp, l’oggetto che si ottiene cuocendo del kelp raccolto in mare con cui fare il blocco. Mappe del tesoro, utilizzate per trovare forzieri sommersi e strutture nuove. I coralli ora fanno la loro comparsa, sotto forma di 10 blocci e 5 piante. Infine secchi con pesci, perché ora è possibile con un secchio d’acqua catturare e raccogliere i pesci, con cui fare volendo un proprio acquario personale.

Nuovi Incantamenti

Associati al tridente, ecco che arrivano nuovi incantamenti disponibili. Loyalty permette al tridente di tornare automaticamente nelle mani del suo padrone dopo che è stato lanciato. Impaling aumenta i danni che il tridente può fare contro le creature marine. Riptide permette al possessore del tridente di viaggiare assieme all’arma quando essa viene lanciata in acqua o durante la pioggia. Infine Channeling, che permette durante un temporale di attirare fulmini quando si lancia il tridente contro un nemico per provocare danni extra.

Nuovi Mob

Il nuovo nemico principale dell’aggiornamento, votato dalla community, è il Phantom. Questo mob è un non morto che spawna di notte nel mondo normale, attaccando quando un giocatore non dorme per oltre tre giorni. Se prima giocavate senza dormire mai per far passare la notte, ora avrete un motivo in più per farlo sicuramente. Di passivo ci sono invece i delfini e le tartarughe. Le prime sono utilizzate come aiutanti per trovare i vari tesori nascosti nei fondali marini, mentre i secondi lasciano nuovi bottini con cui creare nuovi equip e pozioni. Infine, per decorare l’oceano e renderlo più colorato, sono stati introdotti nuovi pesci: cod, salmon, puffer fish e ben 3072 tipologie di pesci tropicali. Questi pesci, come detto prima, possono essere raccolti in secchi d’acqua e messi in un acquario personale.

Nuovi Edifici

Ora sì che il mondo oceanico è qualcosa da esplorare e variabile. Come in superficie, ora anche i fondali marini hanno grotte e precipizi, dandogli un che di più realistico e non banalmente piatto e vuoto. Si potranno trovare anche relitti e rovine sommerse, entrambe possono disporre anche di forzieri con tesori nascosti. I tesori però sono localizzabili anche sui fondali senza le strutture, potendo utilizzare i delfini per farsi dare una mano. Infine ci sono gli iceberg, spawnabili nei mari freddi e gelati.

Nuovi Biomi

Gli oceani ora dispongono di biomi loro personali, rendendoli diversi nel colore e nel contenuto. Possiamo trovare dunque oceani caldi, tiepidi e freddi, ognuna con la loro variante normale e profonda, così come gli oceani congelati profondi. Non solo l’oceano ha ricevuto un update simile, ma anche l’End ora ha dei biomi per diversificarlo, almeno nei nomi. Nell’End ci saranno dunque i biomi Floating, Medium, High e Barren Islands. Non si sa se saranno poi aggiornati in futuro con caratteristiche più varie o differenti, ma per ora sono stati inseriti.

Cambiamenti Vari

Nell’oceano è possibile trovare blocchi di magma spawnati che creano bolle, capaci di attirare verso il basso i poveri malcapitati. Gli oggetti lanciati e caduti in mare, invece di sprofondare sul fondale, galleggiano lentamente verso l’alto, rendendoli più facili da raccogliere nel caso e realistico per certe cose. Un nuovo modello di cavallo è stato aggiunto per dare maggiore varietà. Gli item frames possono essere piazzati ora anche su superfici orizzontali, dunque pavimenti e soffitti. I calamari quando attaccati sputano inchiostro che oscura solo per un attimo la visuale, per aiutarli a fuggire. L’ossigeno non si rigenera istantaneamente quando si emerge dall’acqua, ma bisogna riacquistare il respiro con calma. Il colore dell’acqua è cambiata e la visione sommersa è migliorata, proprio per consentire un’esplorazione più piacevole. I banner ora possono essere cliccati con una mappa per creare un indicatore su di essa, per una navigazione più facile, potendo avere anche nomi. Shulker Boxes ora possono essere scoloriti usando un calderone. Moltissimi blocchi non interi, quando piazzati in acqua, non creeranno più buchi d’aria. Infine sono stati aggiunti molti suoni ambientali nuovi correlati con l’ambientazione e le meccaniche di movimento nell’oceano.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento