Power Rankings Overwatch League

Power rankings, inizio della seconda settimana di Overwatch League

12: Shanghai Dragons 

Ad oggi la squadra non ha collezionato nemmeno una vittoria. Vero, il team sta aspettando che arrivino dei nuovi giocatori nella rosa, bloccati ora dall’immigrazione statunitense, ma le prossime partite contro gli Shock e i Gladiators non sono semplici. Nonostante tutto, in questi due match speriamo che i Dragons non rimangano inermi come carne da macello, collezionando il loro primo punto nella League.

11: Florida Mayhem 

I Mayhem gioverebbero di sicuro in una campagna acquisti come si deve, ma non ci sono grandi speranze per questo team. Con 11 sconfitte, solo una vittoria e pochi miglioramenti tecnici visti nella scorsa fase, l’unica speranza per i fan è che i coreani acquistati di recente portino un netto miglioramento nella condizione generale della squadra, e specialmente nella loro coordinazione di gioco.

10: San Francisco Shock 

Un grande punto di domanda per gli Shock, che hanno nelle maniche parecchie carte interessanti da giocare. Innanzitutto, la vittoria importante contro i Dynasty ha ridato speranza al team, inoltre bisognerà aspettare metà marzo per l’arrivo di due nuovi giocatori, per ora troppo giovani per competere nella League. Speranze tante, aspettativa alle stelle, bisognerà poi vedere quanto gli Shock riusciranno a capitalizzare, ma i recenti miglioramenti fanno sperare i fan.

9: Los Angeles Gladiators 

Anche con l’arrivo di “Fissure” Chan-hyung il team di LA si trova in una situazione di stallo. Al campione coreano, infatti, ci vorrà del tempo per adattarsi ai ritmi e alle strategie della squadra, lasciando i Gladiators nella stessa posizione in cui è stata fino ad ora: chiaramente un gradino al di sopra delle tre di coda ma senza il necessario per distinguersi e risalire la classifica.

8: Boston Uprising

Un caos unico il gioco degli Uprising, che costa loro ben due partite, perse entrambe per 4-0, nell’ultima settimana. Questa squadra ha molto in comune con altri team della League, ma in una cosa eccelle: essere imprevedibile. Parliamo di un team che una settimana prima gioca alla pari con le capoliste, mentre la settimana dopo piomba nel baratro della sconfitta senza conquistare nemmeno una mappa. È sintomo di una squadra dagli elementi molto validi ma disorganizzati che, se riescono a giocare coesi, vincono senza fatica, ma se non sono troppo in partita lasciano campo libero agli avversari.

7: Dallas Fuel

Una serie di vittorie che dura ormai da quattro partite basta a far capire che i Fuel siano tornati? Il ritorno di “xQc” Langley giova non poco alla squadra e, sebbene non basti a cancellare il terribile piazzamento della prima fase, risolleva di non poco il morale della squadra texana. Nella prossima settimana, una vittoria contro i Valiant o i Dynasty significherebbe molto per i Fuel, ma bisogna vedere se la squadra è pronta ad affrontarli.

6: Los Angeles Valiant 

Una delle squadre più quotate durante il preseason, ora trova il suo posto nella prima metà della classifica a rischio. Dopo essere stati esclusi dai playoff della prima fase, ora i Valiant si trovano ad affrontare un nuovo pericolo: superare la linea di metà e ritrovarsi tra le peggiori 6 squadre, cosa che potrebbe accadere sia contro i Fuel che con gli Shock, viste le prestazioni che ultimamente non sono state all’altezza delle aspettative.

5: Philadelphia Fusion 

È successo. La squadra che durante la fase uno ci ha donato momenti imperdibili, come la vittoria contro i NYXL, e anche momenti da che i fan avrebbero gradito molto dimenticare sembra aver ritrovato la via. Grazie anche al debutto del nuovo Genji “Eqo” Corona e alle due vittorie senza perdere nemmeno una mappa, i Fusion sono in piena corsa verso i primi posti della  League, e molte capoliste si sentono già il loro fiato sul collo.

4: Seoul Dynasty 

Le previsioni dei catastrofisti davano già i coreani per spacciati, ma così non è stato. Con il cambio di meta torna alla ribalta il “Boop God”, un giocatore di Lucio di altissimo livello: “Tobi” Jin-mo, che aiuta non poco nel conquistare San Francisco e nel sottomettere i Valiant. Seoul inizia la fase due con lo spirito che i fan chiedevano, quello di una squadra tra le favorite della League.

3: New York Excelsior 

Magari è scorretto spostare addirittura di due posizioni i NYXL, dominatori della fase 1, perché l’infortunio di “ArK” Yeon-joon li penalizza non poco, visto che “Mano” Dong-gyu si è spostato da tank a support. Nonostante il cambio di ruolo, Mano si è dimostrato molto utile alla squadra, ma le fila dei tank si sono indebolite parecchio. Speriamo in un pronto recupero di ArK, visto che la sua presenza si sta dimostrando indispensabile per la buona salute della squadra.

2: London Spitfire 

Una sfida sempre sul filo del rasoio quella con Outlaws e Excel, e in questa settimana i londinesi li hanno affrontati entrambi. Dopo la vittoria nei playoff, gli inglesi portano a casa una vittoria e una sconfitta contro queste due squadre, anche se entrambe sono arrivate veramente di misura. Invariata quindi la posizione, ma i fan sperano che, viste le avversarie più semplici della prossima settimana, gli Spitfire possano portare a casa qualche mappa in più.

1: Houston Outlaws 

Nell’ultimo mese la Muraglia Verde non ha dato rallentamento nemmeno per un secondo. Dalla terza partita della League gli Outlaws hanno collezionato solamente una sconfitta, un 2-3 contro i Dynasty, dove “LiNkzr” Masalin era assente per malattia. Nonostante i playoff mancati, gli Outlaws corrono a tutta birra conquistando il maggior numero di mappe vinte tra tutte le squadre della League, conquistando anche gli Spitfire in una vittoria decisiva e si portano di diritto al primo posto nei power rankings.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento