Overwatch League: Risultati della Terza Giornata, Prima Settimana, Seconda Fase

Terza giornata della prima settimana, seconda fase di Overwatch League

London Spitfire – New York Excelsior 3 – 2

Riviviamo la finale dei playoff della prima fase con questo match emozionante, che vede trionfare di misura gli inglesi. Entrambi i team scendono in campo zoppicanti: gli Spitfire sono provati dalla recente sconfitta contro gli Outlaws, mentre gli Excelsior rimangono sempre senza “ArK” Yeon-Jun, uno dei loro support. La differenza che ha portato i londinesi alla vittoria è la stessa che gli ha consentito di trionfare nella prima finale dei playoff: una potenza di DPS superiore. “Birdring” Ji-Hyeok e “Profit” Jun-Young seminano distruzione, e i NYXC, con il ruolo di secondo support affidato al main tank “Mano” Dong-Gyu, non hanno resistito all’impatto. Sembra proprio che gli americani siano arrivati impreparati alla battaglia. Qualche dive sui support permette di salvare due mappe, ma la sensazione generale è quella di una squadra disorganizzata, che non riesce a resistere alla Sombra avversaria nella prima mappa, Volskaya Industries, e il DPS “Pine” Do-Hyeong non riesce a dare la sicurezza necessaria alla squadra, faticando sia con Genji che con Widowmaker.

Dallas Fuel – Los Angeles Gladiators 3 – 1

Continua la serie di vittorie per i Fuel, che portano a casa un’altra risultato utile contro i Gladiators. Support di tutta la terra tremate, il gorilla è tornato. Ritorna in grande stile “xQc” Lengyel, dopo lo stop durato per tutta la prima fase, imposto dagli stessi dirigenti dei Fuel per una uscita poco fortunata durante una sua livestream. Una sfida tra giganti quella contro il tank avversario “Fissure” Chang-hyung, nella quale entrambi portano ottime possibilità alle rispettive squadre, ma solo una, alla fine, riesce a capitalizzare. I nuovi acquisti danno i loro frutti. “aKm” Bignet e “Rascal” Dong-jun rendono temibile la potenza di fuoco texana, mettendoli alla guida del match fin da subito. Nel frattempo tocca ai Gladiators raccogliere i cocci della sconfitta e chiedersi se questo team riuscirà a rimanere competitivo in una League in rapida evoluzione, dove loro sembrano sempre più statici. “Hydration” Goes Telles brilla comunque, ma è una luce fioca, che non basta a garantire la vittoria a una squadra che, ora più che mai, ne ha un gran bisogno.

Seoul Dynasty – San Francisco Shock 3 – 1

Una partita poco convenzionale, che mette in discussione le capacità dei coreani di essere una squadra di primo livello. Contro gli Shock sarebbe dovuta essere una vittoria netta. Così però non è stato, date le poco ortodosse strategie di questi ultimi che, approfittando degli spazi aperti, cercano di attaccare gli avversari da tutte le angolazioni. È questa strategia da dei frutti, almeno sulla prima mappa, Hanamura, conquistata infatti dagli americani. I ragazzi del Golden Gate sapevano però di non poter competere al livello tecnico delle tigri, specialmente con i DPS “Fleta” Byung-Sun e “ryujehong” Je-Hong in forma brillante. E infatti le altre mappe sono tutte state conquistate dai coreani. Con Fleta su Widowmaker e “Miro” Jin-Hyuk che dimostra di meritare la sua posizione tra gli Winston migliori al mondo, la strategia degli Shock viene neutralizzata e i coreani si aggiudicano tre delle quattro mappe di questo match.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento