Scrap Mechanic – Il Sandbox dei Costruttori

Ormai un genere di gioco che incomincia a farsi sentire parecchio è il sandbox, magari con elementi survival. Dopo l’avvento di Minecraft infatti, mille sono i giochi che cavalcano l’onda di tale successo, chi bene chi male. Oggi vi vogliamo parlare di Scrap Mechanic, un gioco indie ancora in beta, ma che ha moltissimo potenziale e sa differenziarsi dai competitori. Al momento si tratta di un gioco puramente sandbox e creativo, nulla più. I creatori però hanno già annunciato che vorranno espandere il gioco in futuro, con la possibilità di introdurre una storia dietro all’universo, così come altre modalità di gioco. Fidatevi però quando vi dico che già soltanto l’elemento creativo di questo gioco basta per renderlo unico e divertente, e oggi ne parliamo in questo articolo.

Gioco

Cosa rende Scrap Mechanic diverso dagli altri? Abbiamo visto sandbox survival dove ci si focalizza molto sulla raccolta di risorse, sull’ambientazione, sull’esplorazione narrativa. E di base l’attenzione è sempre una: costruire una propria casa dove vivere e tenere le risorse guadagnate. Scrap Mechanic però si focalizza sull’aspetto creativo, ma non di una semplice casa, bensì di marchingegni meccanici. Perché accontentarsi di una casa normale, quando puoi averla con porte automatiche a scorrimento che si azionano con un sensore di rilevamento? Magari mettergli una postazione di comando e delle ruote per renderla mobile. E perché no, scale che escono dal pavimento o dal soffitto, e mobili a scomparsa. Tutto questo è possibile in Scrap Mechanic, che sa bene dove focalizzare la sua attenzione.

Il fulcro del gioco, specie in questa fase beta, è dunque costruire macchine o marchingegni automatizzati. I blocchi principali sono infatti pistoni, ruote, leve, sospensioni, tutto ciò che sarà necessario per ogni possibile marchingegno. Ed è bello vedere come non solo permette la creazione di una macchina, ma anche di spingere la fantasia del giocatore nel crearla unica e particolare. Come già detto, perché accontentarsi di una macchina normale, quando puoi crearla come un transformer? Giusto per farvi capire la levatura delle possibilità in questo gioco c’è chi ha costruito case che con il premere di un pulsante si trasforma in una macchina funzionale e stabile.

Di particolare c’è che si può fare anche un po’ d’altro oltre all’aspetto creativo. C’è in multiplayer e la possibilità di creare mondi personalizzati pieno di tracciati da corsa. Qualcosa di davvero molto divertente è quindi la possibilità di invitare i propri amici nel server, ognuno costruire la propria macchina, e gareggiare. Ora, molti potranno pensare sia un gioco inadatto a loro e difficile, considerando tutta la componente elettronica e meccanica presente. Io stesso ero interessato ma restio di provare il gioco proprio per il timore di non essere portato per la parte meccanica. Eppure il gioco è molto semplificato, e per le parti complesse ha un manuale nel gioco abbastanza comprensibile. Per di più basta seguire molti tutorial e video su youtube, ed ecco che nel giro di poco potrete anche voi creare invenzioni geniali.

Conclusione

Il gioco, seppur ancora in fase beta, costicchia 20 euro. So già che molti hanno quella mentalità dove se un gioco non è ancora completo non vale un prezzo simile, ma può comunque essere un buon investimento. Quello che c’è per ora è funzionale, pratico e molto divertente. Potrete sbizzarrirvi e provare tante combinazioni diverse, prepararvi per un’eventuale release completa. Ma come dicevo nell’articolo è già possibile divertirsi proprio sperimentando, oltre che unirsi in multiplayer con gli amici per fare qualche gara o lavoro assieme. Scrap Mechanic sa differenziarsi molto bene dai suoi simili, focalizzandosi su un aspetto particolare e sapendolo valorizzare molto bene. Se siete amanti della meccanica e dei giochi sandbox creativi, allora questo è il consiglio per voi.

Giuseppe Calini

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *