Finita la Prima Stagione della Overwatch League

Risultati dell’ultima giornata di partite e dei Playoff della Overwatch League

New York Excelsior – London Spitfire 3 – 2

Solo la prima delle sfide al cardiopalma della giornata di sabato, i risultati potevano cambiare molto la sorte degli Spitfire: vincendo 4-0 si sarebbero portati in testa alla classifica, mentre con uno 0-4 sarebbero stati completamente eliminati dai playoff in favore dei Valiant. Una prova generale prima dei playoff quella tra NY e Londra, che si conclude sulla linea del traguardo con gli americani che trionfano, seppur di poco, contro gli inglesi. Questi team si scontrano duramente con i DPS londinesi “birdring” Ji-hyuk e “Profit” Joon-yeon che si distinguono, ma anche i rivali “Libero” Hye-sung e “Saebyeolbe” Jong-yeol, specialmente su Temple of Anubis, si sono fatti notare raccogliendo kill a destra e a manca. La calma metodica dei londinesi trionfa nel match 4 su Dorado, dove un overtime lunghissimo viene concluso da un Tactical Visor del DPS inglese. I newyorchesi però non sono rimasti a guardare. Spazzano via gli avversari su Ilios con il piede pigiato sull’acceleratore, e portano a casa anche la mappa di spareggio con un ottimo 2-0. Alla fine, New York si conferma leader della classifica, e la sua star “JJoNaK” Sung-hyeon si dimostra ancora una volta uno dei giocatori flex migliori della League.

Houston Outlaws – Boston Uprising 3 – 2

Anche qui abbiamo un match tesissimo e molto impegnativo su entrambi i fronti, ma alla fine i texani in verde conquistano il biglietto per partecipare ai playoff della League, con in palio 100.000 dollari. Un match altalenante, persino i mani DPS sembrano salire e scendere di performance. “JAKE” Lyon degli Outlaws e “DreamKazper” Sanchez degli Uprising vanno e vengono, lasciando la decisione della partita ai tank di entrambe le formazioni. I texani partono in quarta su Eichenwalde con l’ormai famoso Junkrat di Jake, ma i rivali conquistano Temple of Anubis riportando la partita in parità. È qui entrano in scena “Muma” Wilmot e “Gamsu” Young-jin che, armati rispettivamente di D.Va e Winston, si danno spettacolarmente battaglia nei cieli della mappa Dorado e infine su Lijang Tower, dove gli Outlaws si conquistano una sudatissima ma meritata chance di competere nei playoff e un decisivo secondo posto in classifica.

Philadelphia Fusion – Florida Mayhem 3 – 2

Una serata ricca di match vinti per un soffio, come quello che vede i Fusion trionfare contro i Mayhem in una battaglia all’ultimo secondo. Questa volta, i ragazzi della Florida ci sono sembrati incredibilmente preparati, molto coordinati e precisi nella battaglia, senza ovviamente perdere il loro humor e le loro entrate molto meme. I Mayhem colgono ogni occasione per ribaltare il risultato a loro favore, e un paio di scivoloni dei Fusion consentono loro di conquistare dei punti di controllo importanti, ma senza garantire ai Florida la partita. Merito anche del trio di DPS dei Fusion, composto da “Carpe” Lee, “ShaDowBurn” Gushcha e “fragi” Laine, che tengono in scacco i giocatori della Florida. Dopo aver vinto il secondo match su Numbani, i Fusion crollano come un castello di carte sotto la pressione di “TivQ” Lindström e “CWoosH” Klingestedt, che dominano Horizon Lunar Colony, mentre gli avversari corrono da tutte le parti per evitar le EMP di Sombra. I Mayhem sfondano una porta aperta su Oasis, dove TivQ ancora una volta si carica il team sulle spalle, assaltando senza remore i DPS dei Fusion che, senza riuscire a portar danno, cedono il terreno. Le cose però cambiano su Junkertown. Questa volta sono i ragazzi di Philly che, ripresisi, fanno a pezzi gli avversari, con l’ormai famosa Widowmaker di Carpe che guida, dalle retrovie, la carica. Alla fine, i damage dealer dei Fusion hanno la meglio, ma questa partita fa sperare a tutti i fan dei Mayhem che questi ultimi possano crescere ulteriormente, arrivando a risultati migliori nello Stage 2.

PLAYOFF

Match di qualifica, sfida per la finale.

London Spitfire – Houston Outlaws 3 – 1

Sembra un passato lontanissimo quello di pochi giorni fa, quando i londinesi hanno subito una completa disfatta contro i texani. Stanotte, invece, gli inglesi portano a casa il match e la qualificazione alla partita per il primo premio, del valore di 100.000 dollari. Gli Outlaws entrano in partita veloci come dei treni. La prima mappa, Dorado, li vede trionfanti, con il main DPS “JAKE” Lyon e il suo pick Junkrat che contrastano i tentativi di dive degli Spitfire. Da quel punto in poi, però, la partita prende un’altra direzione. Londra ingrana la marcia, con “Profit” Joon-yeong che distrugge completamente le difese dei texani sia con Genji che con Tracer che con Junkrat. E anche l’anti-dive degli inglesi è perfetto. Dopo la sconfitta del Game 1, questi ultimi sembrano rinascere e conquistano una dopo l’altra le mappe successive, correndo spediti verso la finale con gli Excelsior.

Finale 1-2 posto, primo premio da 100.000 dollari

London Spitfire – New York Excelsior 3 – 2

Una rimonta grandiosa quella degli inglesi che riescono, dopo il calo di prestazioni delle ultime settimane, a portare a casa il primo premio e la vittoria contro la prima della classifica. Dopo una vittoria con gli Outlaws e la sconfitta contro gli stessi Excelsior poche ore prima, i londinesi arrivano alla finale molto provati. Tutti i prognostici danno gli americani vincenti, e questi provano subito a conquistare psicologicamente il match con una vittoria fondamentale sulla mappa Junkertown, con il DPS più acclamato della League, “Pine” Do-hyeon e il flex support “JJoNaK” Sung-hyeon che dimostrano tutto il loro valore. Nel secondo match le cose vanno di male in peggio per gli Spitfire, che cominciano a temere un sonorissimo 4-0. Anche senza Pine, gli Excelsior dominano Oasis con l’agguerrita Tracer “Saebyeolbe” Jong-yeol che distrugge le resistenze americane. A chi pensava che il match fosse già deciso Londra ha dato una bella lezione: ride bene chi ride ultimo. Su Horizon gli inglesi hanno la schiena contro il muro: un’altra sconfitta e sarebbero stati KO. “Gesture” Jae-Hee, main tank degli Spitfire, ha detto, dopo la partita: “Abbiamo pensato, non possiamo farla finire così”. E così non è finita. Il miracolo Spitfire riparte dai due DPS “birdring” Ji-hyuk e “Profit” Joon-hyeong che, portano succose multi kill con Junkrat, spettacolari clutch con Tracer e, in generale, grandissime giocate di livello con qualsiasi personaggio scelto. Si decide la partita su Dorado, dove birdring dà spettacolo ancora una volta, conquistando non solo il primo posto alla sua squadra ma anche il titolo di Player of the Series, distruggendo le resistenze americane con Widowmaker. Il CEO degli Spitfire, Jack Etienne, dice: “Sono oltremodo orgoglioso della mia squadra, hanno giocato dalle 8 del mattino, su 14 mappe, contro avversari estremamente competenti e hanno portato a casa la vittoria”.

Ora, con i playoff terminati, tutte le squadre hanno due settimane di stop prima della seconda serie, in partenza giovedì 22 febbraio all’una del mattino (ora italiana).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *