Bright – Il Nuovo Film Netflix

Ieri, 22 dicembre, è uscito disponibile sulla piattaforma streaming di Netflix un nuovo film originale: Bright. La sinossi è la seguente: in un mondo alternativo la vita normale è popolata anche da creature provenienti dal mondo fantasy. Daryl Ward (Will Smith) è un poliziotto di Los Angeles che deve occuparsi quindi di far rispettare la legge non solo tra esseri umani ma anche altre creature. Un’idea non male o brutta, potenzialmente ha la stoffa di essere solido e valido, ma sembra non aver colpito in pieno il bersaglio. A solo un giorno dalla sua uscita già ci sono notizie riguardo alla sua performance: il pubblico in generale lo apprezza e lo trova un buon film, qualcuno anche stupendo. La critica però lo ha bollato come uno dei peggiori film dell’anno, qualcosa di vergognoso che non si può considerare ben fatto.

Eppure Netflix punta molto su questo nuovo film in quanto ha già annunciato, prima ancora di ottenere responso dal pubblico, che vorrà girare un sequel. In realtà l’universo fantasy del film è stato strutturato apposta per essere il classico tema che si può ramificare in diverse direzioni. Considerando che Netflix nell’ultimo periodo ha incominciato a produrre sempre più roba originale, specie film, è probabile che con Bright punti a una sorta di franchise. Un mondo da esplorare con diverse storie, trame e sottotrame, così come protagonisti e creature. Un libro dalle pagine bianche, che possono essere riempite un po’ con tutto, avendo spazio per quasi letteralmente qualsiasi cosa.

Nel sequel che è stato già annunciato farà ritorno Will Smith nei panni di Daryl Ward. Esploreranno un po’ di più quello che è il “cattivo” di fondo, il male che sta dietro a moltissimi avvenimenti che accadono a quanto pare nel mondo del film. Che Netflix punti a dirigere tanti film ambientati nello stesso mondo? Molto probabile, perché per molti la sensazione è quella, un mondo fatto per essere vago ma espandibile. L’intenzione di non focalizzarsi su un unico film ma su un franchise è quasi palese, un po’ come ha fatto il remake della Mummia che invece di focalizzarsi sul film in sé ha voluto consolidare l’universo cinematografico. Il pubblico lo ha comunque apprezzato, la critica no, vedremo dunque dove andrà a finire Netflix con Bright.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento