Sherlock Holmes Consulting Detective

Non tutti i giochi da tavolo richiedono una plancia di gioco, dadi e pedine per essere giocati. Il divertimento si crea, per molti, anche tramite la risoluzione di enigmi e puzzle, dove bisogna utilizzare la mente per comprendere. Il gioco di Sherlock Holmes appartiene a questa categoria, dove l’unica cosa che serve per giocare è il proprio acume, accompagnato giusto da una mappa, dei giornali, e un libro d’accompagnamento nell’avventura. Dunque se non siete tipi da ragionare, da pensare, e preferite giochi che richiedono dinamismo allora è subito sconsigliato per voi. Per coloro che invece amano spremere le meningi e provare a risolvere misteri gialli, allora eccovi il gioco di Sherlock Holmes.

Gioco

Quali regole potrebbero mai esserci? Semplicemente bisogna risolvere dei casi vari nell’ambientazione inglese di Sherlock Holmes. Ogni avventura fornisce un libro narrativo da cui si legge un’introduzione con tutti i dettagli del caso. I giocatori a quel punto dovranno scegliere dove dirigersi, e in base alle loro scelte si aprirà il libro narrativo alla pagina corrispondente, rivelando così nuovi indizi. Ogni spostamento per Londra ruba un turno di gioco, e una sfida extra è quello di completarlo nel minor tempo possibile. Infatti le condizioni di vittoria sono due: risolvere il caso, e risolverlo ma prima di Sherlock.

Tutto qui. Basta muoversi, leggere ciò che viene rivelato dal libro narrativo dell’avventura, e tenere bene a mente tutte le informazioni. Bisogna prestare molta attenzione quando si gioca, che la minima distrazione potrebbe essere fatale. Vengono forniti anche pagine finte di giornale che vanno letti con cura, in quanto celano anche in trafiletti all’apparenza inutili delle informazioni preziose. Quando si hanno raccolto tutte le prove che si desiderano, si può dunque procedere a risolvere il caso, dove verrà chiesto il colpevole, così come altre informazioni bonus per punti aggiuntivi. Motivo per cui bisogna prestare attenzione: se si vogliono quei punti extra che potrebbero permetterti di battere Sherlock, bisogna stare attenti.

Considerazioni

Per quello che è il genere di gioco è fatto davvero molto bene. Le avventure sono tutte gestite in maniera eccellente, anche se non tutti potrebbero lasciare lo stesso impatto al giocatore. Alcuni casi potrebbero essere belli, altri a nostro parere scritti male, altri che non riusciremo davvero a comprendere. L’impegno messo però è notevole, e riuscire a creare degli intrecci narrativi in ogni caso ammirevole. Il gioco è anche molto versatile: viene consigliato a un massimo di 8 giocatori, ma in realtà non vi è un limite vero. Si può giocare anche in solitaria, oppure con un bel gruppone che si aiuta e divide i vari compiti.

Infatti è molto bello giocare in squadra. Un giocatore può essere incaricato di leggere i giornali e prestare attenzione alle notizie, un altro potrebbe occuparsi della lettura, altri possono prendere appunti. L’inevitabile difetto e problema di questo tipo di gioco è che l’avventura è giocabile una sola volta, che poi l’assassino purtroppo si sa già chi è. Rimane comunque un’esperienza di gioco davvero piacevole e notevole, che nel caso si può prestare ad altri amici. Inoltre dovrebbero essere disponibili sempre nuove avventure che si possono acquistare a parte per prezzi abbastanza ragionevoli. Un ottimo gioco dunque per chi vuole sedersi comodo e concentrarsi a risolvere un caso del tutto deduttivo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento