Skyrim su Switch

Dopo ben 6 anni ancora si parla di Skyrim e di qualche sua trasformazione. Un gran bel gioco che ancora oggi si gioca con immenso piacere, eppure non è forse un po’ troppo spremere questo cavallo di battaglia? Non stiamo qui per giudicare le azioni della Bethesda, che dopotutto deve pensare ai propri interessi. Quello che c’importa è analizzare assieme quello che Skyrim può offrire sulla console portatile della nintendo. Si può infatti comprare il sesto titolo della saga Elder Scrolls anche per switch, a un prezzo pieno di un gioco nuovo e non invecchiato di 6 anni. Cos’è che dunque ha da offrire questo titolo sulla nuova console?

Gameplay

L’elemento principale che cambia è l’esperienza di gioco tramite i joystick staccabili della switch. Sarà possibile infatti scegliere di brandirli e muoverli in modi specifici per emulare l’azione anche nella realtà. Per usare l’arco per esempio bisognerà tenere una mano di fronte a sé, mentre l’altro dovrà indietreggiare come se stesse tirando la corda, e con il grilletto si esegue lo sparo. Ed è con quest’arma che il gioco brilla maggiormente, riuscendo nell’impresa di immersione e riuscendo a far divertire, anche se non offre davvero così tanto. Una volta che la novità del tirare d’arco in tal modo svanirà, si tornerà a giocare regolare.

Lo stesso vale per le magie, che applicano lo stesso movimento in sostanza. Le altre armi non sono proprio così pratici come si potrebbe pensare, con le spade che hanno in realtà un delay in fatto di tempi. Oltre al fatto che mentre con l’arco ti metti tranquillo a prendere la mira, usare la spada significa agitare il braccio in mezzo al salotto, non proprio convenzionale. Il punto di spicco maggiore però è lo scassinare: ogni joystick rappresenta ogni utensile, e bisogna dunque muovere le mani molto lentamente. In fatto di immersione, questa è l’esperienza che di sicuro più si avvicina, ma rallenta parecchio, dunque capirete che dopo lunghe ore di gioco non avrete più voglia di farlo.

Grafica

Incredibilmente la grafica riesce a essere molto buona, anche se non perfetta. Per poter funzionare correttamente sulla console portatile infatti il gioco renderizza moltissime cose sullo sfondo man mano che ci si avvicina. Questo comporta che mentre cammini su un sentiero vedi sbucare dal nulla alberi e cespugli che sono stati renderizzati più tardi, e non è proprio una cosa meravigliosa. Tollerabile, ma non eccezionale. La risoluzione invece è ottima per quando si tratta di giocarlo sulla console portatile e il suo piccolo schermo, ma maggiore è la schermata e più si potrà notare alcuni elementi con blur.

Quindi è fatto appositamente per essere giocato nella sua versione portatile. Nonostante ciò è comunque molto bello e godibile, non si rovina l’esperienza di gioco e si può procedere dunque a esplorare e combattere. Bisogna anche considerare che moltissime di queste scelte saranno anche per ridurre il peso sulla console e la batteria, e qui diviene un mezzo problema. In base alle impostazioni grafiche che metti sulla console il gioco potrebbe durare sull’ora o due, che per certi giocatori potrebbe essere anche molto poco. Punta molto sulla giocabilità mobile, eppure non ha la batteria necessaria per supportarla troppo a lungo.

Conclusione

Vale la pena? Per chi ha già il gioco indubbiamente no. Quello che offre in più sono meccaniche di gameplay particolari ma che dopo un po’ diventano noiosi e perde la sua novità. C’è pure un’arma e armatura ispirati alla saga di Zelda, ovvero i costumi di Link nell’ultimo gioco uscito, però una mod può benissimo risolvere la mancanza. Per ora la versione switch non può essere moddata, dunque non si può nemmeno tentare di aumentare l’esperienza di gioco con aggiunte dai fan. Un po’ costoso per un gioco comunque vecchio di 6 anni, nonostante la novità sulla console nintendo. Se proprio vale, lo si può consigliare a chi non ha proprio Skyrim e che potrebbe in effetti giocarci uscendo fuori casa e non per lunghi periodi, o non senza un caricatore portatile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento