Resident Evil 2: il Gioco da Tavolo

Ultimamente è divenuto popolare creare giochi da tavolo di titoli famosi di altri generi. In particolare sono i videogiochi che tendono a essere convertiti in questo formato, cercando di rievocare la sensazione. Molti sono i titoli di cui abbiamo parlato, di videogiochi che hanno ottenuto una loro versione da tavolo. Oggi parleremo di Resident Evil 2, il famoso survival horror. che otterrà un nuovo pezzo al franchise. Il gioco da tavolo è stato messo su kickstarter da Steamforged Games e ha già ricevuto il denaro necessario.

Il Gioco

Assomiglia parecchio ad altri titoli, per citarne uno Zombiecide. Varie mappe componibili che ricreano delle campagne, oggetti da recuperare e non morti da sconfiggere. Ogni giocatore vestirà i panni di uno dei personaggi della saga videoludica e avrà a disposizione quattro mosse ogni turno. Le azioni sono quelle classiche: movimento, attacco, evasione, raccolta, aprire e scambiare.

La peculiarità è che le risorse e gli oggetti sono davvero ridotti al minimo, cercando di rendere la sensazione di survival pressante. Quindi non sarà intuitivo sparare a ogni non morto che si becca, perché sarà uno spreco di munizioni, e ci saranno ostacoli che vanno affrontati di sicuro. Per determinare evasione o attacco bisogna lanciare dadi e ottenere almeno un successo. Ogni volta che viene raccolto un oggetto o c’è un fine turno si gira una carta del mazzo di spawn, dove potrebbero arrivare altri nemici.

Ogni mappa e personaggio ha le sue caratteristiche, per cercare di rendere il gioco molto vario. E come tutti i giochi simili i nemici possono muoversi, ma solo se si accorgono della presenza nemica. In questo caso, si accorgono dei giocatori soltanto se sono nella stessa stanza o fanno qualche rumore come lo sparo. Ci sono molti elementi che andrebbero spiegati, anche se il gioco è ancora in fase di costruzione. Per altri dettagli potrete vedere il video qui di seguito che mostra una stream fatta dagli sviluppatori che provano il titolo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento