Football Manager: 10° Giornata di Serie A

Ecco in dettaglio tutte le emozionanti partite della decima giornata del campionato di Serie A targato Progetto Gaming.

BOLOGNA-ROMA 1-2

Nell’anticipo della 10° giornata, si affrontano due squadra che stanno attraversando un terribile periodo di forma. Sia Bologna che Roma non vincono da due partite consecutive e hanno assolutamente bisogno di punti per risalire la classifica.

Partono fortissimo i giallorossi che dopo soltanto 2 minuti di gioco si ritrovano in vantaggio con il solito Riccardo Serafini (4 gol in campionato) che con un facile tocco, segna il gol del 1-0 dopo una fantastica azione personale di Alessandro Rosi.

Bologna completamente frastornato dal gol preso a freddo, non riesce a reagire e addirittura pochi attimi dopo, De Lucia difensore centrale della Roma, segue perfettamente l’azione dei suoi compagni e con un colpo di testa preciso supera il portiere Scala.

La reazione dei padroni di casa è tardiva e il gol arriverà solamente nel tempo di recupero del secondo tempo. Cross preciso di Ricciardi e Mastronardi non deve fare altro che spingere il pallone in rete.

 Gol di Serafini

CROTONE-ATALANTA 0-0

Allo stadio Ezio Scida le emozioni si contano sulle dita di una mano, e il solo Crotone cerca di regalare qualche spunto interessante con veloci azioni offensive. Tuttavia, il match si concluderà con un 0-0 che comunque accontenta un po’ tutti.

 

DRINK TEAM-CHIEVO 1-0

Una delle partite più attese della giornata. Scontro ad alta quota tra due squadre che giocano un calcio completamente diverso. Drink Team più propenso all’attacco e Chievo invece più attendista e contropiedista. Ne nasce un match per nulla spettacolare, con i padroni di casa che controllano il gioco ma non riescono ad essere mai pericolosi.  La partita si sbloccherà solamente nei minuti finali, dove su ribattuta da calcio d’angolo, Cappello mette in area un pallone teso e preciso che Mosca con un bellissimo colpo di testa trafigge il portiere avversario. Drink Team vince e rimane primo in classifica.

INTER-SASSUOLO 1-1

Inter e Sassuolo sono due delle le squadre più motivate di questo campionato, ma per ora i risultati non sono dalla loro parte. Una vittoria potrebbe rilanciarli e avvicinarli alle zone nobili della classifica.

È l’Inter che parte meglio, probabilmente grazie alla spinta dei propri tifosi, che dopo 7 minuti il bomber neroazzurro Gallarato segna il suo nono gol stagionale in campionato. Ma non tarda ad arrivare la reazione del Sassuolo che inizia a portarsi pericolosamente in avanti. Al 70° finalmente i nero-verdi riescono a trovare il gol del pareggio con una classica azione tra i due senatori della squadra. Vichi prende palla e serve un pallone filtrante al suo compagno Tuccio che con un tiro preciso dal limite dell’aria supera il portiere Oliverio.

 

JUVENTUS-FUBLET 4-2

L’esordio di mister Crippa sulla panchina dell’Inter (sconfitta per 6-1 contro il Milan) poteva essere di monito per i futuri allenatori. Tuttavia, Riccardo Serafini neo-allenatore del Fublet non impara dagli errori dei propri colleghi e viene travolto da una super Juventus, che fino ad ora aveva segnato solamente 14 gol in campionato.

Vanno in rete 6 marcatori diversi, contando anche quelli del Fublet. Apre le danze Baglivo, e rispondono Marino, Santoro e Pizzo. Dopo 31 minuti siamo già sul 4-0. Fortunatamente Serafini reagisce e la sua squadra riesce almeno a segnare 2 gol che rendono la sconfitta meno amara.

 

LAZIO-PALERMO 2-0

I biancocelesti hanno assoluto bisogno di punti. La zona retrocessione è ad un passo e le dirette concorrenti stanno piano piano racimolando punti pesanti.

All’Olimpico sarà un domino Lazio con Cicerone in splendida forma che segnerà una doppietta. Palermo sottotono che risparmi le forze per le future partite, pensando anche alla sua tranquilla posizione in classifica.

 

NAPOLI-GENOA 2-1

Ecco un’altra partita dalle grandi aspettative. Napoli che sta risalendo la classifica dopo le recenti vittorie, e Genoa furibonda e pronta al riscatto dopo la sconfitta-beffa contro Progetto Gaming.

Come ci si aspettava match cattivissimo dove fiaccano ammonizioni (a fine partita saranno 11), ma anche se il gioco viene continuamente fermato, lo spettacolo offerto dalle due squadre è di altissimi livello. La partita si sbloccherà al 26° con un rigore realizzato da Venuso.

Napoli con le ali dell’entusiasmo continua a ad attaccare e Brucolo direttamente su punizioni, beffa un colpevole Petrucelli. 2-0 per i padroni di casa. Genoa cerca di reagire ma il gol che poteva riaprire il match arriverà solo nei minuti di recupero con il solito e infermabile Cominoli. Da segnalare l’errore madornale che ha portato al gol del 2-1 del nuovo acquisto Bonofiglio.

Gol di Cominoli dopo l’errore di Bonofiglio

PROGETTO GAMING-FIORENTINA 1-4

Partita che poteva risultare molto combattuta ma rovinata dalla esagerata aggressiva e fallosità di alcuni giocatori di Progetto Gaming. Per l’appunto, i padroni di casa termineranno il match addirittura in 9 uomini dopo le espulsioni di Bertuzzi (autore anche del gol) e Parisi. Fiorentina approfitta saggiamente dei due uomini in più e nei 15 minuti finali segna due pesanti gol con Andrenucci e Sottini. Precedentemente erano andati a segno con Mariotti e Pelosini.

 

SAMPDORIA-TORINO 3-5

Senza ombra di dubbio la partita più spettacolare della 10° giornata. Entrambe le squadre hanno un assoluto bisogno di punti, i granata penultimi devo vincere per cercare di uscire il più velocemente possibile dalla zona retrocessione. Dall’altra parte i blucerchiati sono stufi di un’anonima posizione nella parte bassa della classifica.

Torino parte fortissimo e in poco più di un quarto d’ora già si trova sul 2-0 con i gol Pettignelli e Morelli. Nessuno però si aspettava una reazione così furiosa dei padroni di casa che dopo il secondo gol subito iniziano ad assediare l’area di rigore degli avversari. E tra il 22° e 24° segnano i gol che riportano il risultato in parità, prima con Congedo con un assist di 40 metri di Fusaro e poi su rigore trasformato da Siciliano.

Ma la partita non finisce qua, prima c’è una botta e risposta tra i bomber delle due squadra, con il gol al 33° di Pettignelli e poi al 46° il gol di Congedo.

Tuttavia, da questo momento in poi i blucerchiati finiscono la benzina. Probabilmente lo sforzo per recuperare i due gol di scarto è stato pesante e le energie sono finite. I granata ovviamente ne approfittano e vanno a segno per ben due volte regalando la tripletta a Pettignelli e il primo gol a De Luca.

 

UDINESE-MILAN 2-0

Posticipo serale dove si affrontano due squadre che arrivano da periodi di forma completamente diversi. Udinese finalmente ha trovata la sua identità e continua a macinare gioco e soprattutto punti. Invece il Milan dopo lo storico 6-1 rifilato all’Inter, non è stato più capace di vincere nemmeno una partita.

Questi periodi di forma differenti si notano subito in campo, con i bianco-neri che dominano completamente il match. La partita si concluderà con un 2-0 firmato da Croatti (neo-acquisto dell’Udinese) e Rotelli. Il risultato poteva essere molto più ampio, pensando anche che i rossoneri hanno tirato in porta una volta sola.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento