Cosa aspettarsi dai giocatori di giochi da tavolo

La dura verità del gioco da tavolo

Se il gioco di ruolo, come dice il nome stesso, ci permette di interpretare un ruolo, che può essere più o meno affine al nostro carattere, anche i giochi da tavolo non sono da meno, soprattutto quando entra in gioco la competitività più sfrenata.

Ma cosa potrà mai succedere? In fondo si tratta solo di un gioco da tavolo no?

L’immagine la dice lunga: se non sei pronto a perdere le tue amicizie per un gioco da tavolo, non ti stai impegnando abbastanza. E tutti ci ricorderemo sempre quella sensazione giocando a Uno, quando avevamo in mano 4 carte +4. La nostra epica vittoria avrebbe condotto a una vita solitaria.

Non si può negarlo, i peggiori tradimenti dei migliori amici sono avvenuti davanti a una plancia di cartoncino, con in mano delle pedine. “attacco il tuo territorio” “ma siamo amici” “lo attacco comunque”. Come insegna il Risiko: Kamchakta Caput Mundi

C’è sempre quell’amico che è il massimo esperto di quel gioco da tavolo, che conosce tutte le strategie e gli schemi migliori per fare qualsiasi cosa…e te lo ricorda ogni cinque minuti.

E c’è sempre quell’altro amico che invece conosce il regolamento, che tu non hai mai letto perchè chissenefrega del regolamento e dopo sei anni che giochi a un gioco scopri che non ci hai mai giocato veramente.

Certi giochi sono perfetti, semplicemente perfetti per chi li compra. altri invece… altri possono essere una vera e propria maledizione: compri un gioco che scopri di odiare, ma tutta la tua compagnia lo adora, e allora ci giocano sempre…

Beh, i giochi da tavolo sono come le ciliegie: uno tira l’altro. Non importa quanti ne hai, non importa se non hai spazio, o hai giochi ancora sigillati da tre anni perchè non hai tempo di giocarli. Un nuovo gioco da tavolo è come un nuovo membro della famiglia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento