Music in Games: The Legend of Zelda

I mondi della musica e dei videogiochi spesso si sono intersecati se non addirittura influenzati a vicenda: esistono molti casi nel mondo musicale e ludico in cui le avventure grafiche hanno avuto come base delle canzoni o viceversa e per questo motivo abbiamo deciso di inaugurare una rubrica dal titolo M.I.G., ovvero “Music In Games”, proprio per parlarvi di questo. E quindi attaccate le cuffie e allacciate le cinture perché si parte.

Il settimo capitolo del nostro viaggio tra musica e videogiochi si focalizza anche stavolta non su un solo videogioco ma su di una saga intera, e in questo caso parliamo della saga di The Legend of Zelda (ゼルダの伝説 Zeruda no densetsu, lett. “La leggenda di Zelda”),  serie videoludica ideata e diretta da Shigeru Miyamoto e realizzata dalla Nintendo. La saga narra le avventure del giovane Link, che deve salvare la Principessa Zelda (il nome è ispirato a quello della scrittrice Zelda Sayre Fitzgerald) dalle grinfie del malvagio Ganon recuperando gli otto frammenti di un oggetto noto come la Triforza nella terra di Hyrule. Da quando uscì il primo capitolo nel lontano 1986 è diventato un bestseller per la Nintendo ed è stato considerato uno dei videogiochi più importanti e influenti della storia e capostipite del genere JRPG, dando il via ad una delle serie più celebri ed acclamate del mondo videoludico e venendo premiato come miglior videogioco di tutti i tempi con il suo capitolo The Legend of Zelda: Ocarina of Time del 1998.

The Legend of Zelda deve la sua fortuna anche grazie alle sue musiche, tutte partorite dalla mente di Koji Kondo, (近藤 浩治 Kondō Kōji), compositore e musicista giapponese. Kondō cominciò a suonare molto giovane e negli anni Ottanta scoprì che un’azienda, la Nintendo, stava cercando musicisti per comporre musiche per la sua nuova console, il NES. Fu assunto nel 1983 e fu obbligato ad usare al massimo quattro strumenti, a causa delle limitazioni hardware del sistema. Nonostante questo Kondō ha composto le musiche di moltissimi videogiochi per varie console, come lo SNES, il Nintendo 64, il Nintendo GameCube, il Nintendo DS e il Nintendo Wii, ed è il padre spirituale di due colonne sonore di due videogiochi assolutamente iconici come Super Mario Bros e appunto The Legend of Zelda, per non citare Punch-Out!!, Kung fu Master, Pilotwings e Starfox.

L’impatto della musica di Koji Kondo nel mondo videoludico è stato tale che le due saghe per cui lui ha curato la musica sono riconoscibili anche grazie solo alla musica e per questo motivo noi di Progetto Gaming vi parliamo di questo compositore. È praticamente impossibile non riconoscere la colonna sonora di Mario Bros o di Zelda, semplicemente perchè ci abbiamo giocato talmente tanto che saremmo capaci probabilmente di giocarci ad occhi chiusi (e sono sicuto ci siano dei video in Rete in tal senso, non ho cercato ma ne sono sicuro). Questi due videogiochi hanno ridefinito il mondo dei videogiochi e hanno fatto diventare il mondo videoludico conosciuto alle masse, se è vero che Mario è comparso nella presentazione dei Giochi Olimpici di Tokio 2020.

Con questo siamo alla fine della settima puntata della nostra serie “Music in Games”: non mi resta che salutarvi (con la speranza di rivederci alla prossima occasione) con la colonna sonora di The Legend of Zelda: The Ocarina of Time. Buon ascolto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento