Pocket Battles: due eserciti con 15 euro.

22le battaglie tutte made in Italy

Immaginarsi una battaglia fra antichi romani e celti è facile. Anche tra macedoni e persiani, o nordisti e sudisti o ancora elfi contro orchi. Ma immaginatevi qualcosa contro Esercito Romano contro gli Elfi e i Nordisti contro gli Orchi. Sarebbe una figata pazzesca, e sarebbe totalmente fattibile con Pocket Battles. Il gioco è stato inventato da due italiani: Paolo Mori e Francesco Sirocchi, e stampato dalla canadese Z-man Games. Esistono al momento quattro scatole, ciascuna delle quali contenente due eserciti. Ogni esercito è composto da 30 tesserine di cartoncino spesso, rappresentante ognuna una piccola unità dell’esercito. Sulle tesserine sono indicate tutte le informazioni necessarie per usare quella unità. Oltre alle tesserine ogni scatola contiene un regolamento in inglese, due riepiloghi delle icone delle caratteristiche e dei dadi in plastica. Il tutto comodamente inserito in una scatola di 12*10*3 cm.

Pocket Battles: il gameplay

Il gioco presenta tutte le caratteristiche di un wargame (eccetto l’ingombro) -Possibilità di creare l’esercito in maniera personalizzata, quantificandone la potenza con un sistema di punti
-Piazzamento strategico delle unità del proprio esercito -Uso dei dadi -Condizioni di vittoria variabili Ma vi chiederete come sia possibile organizzare una battaglia seria con dei pezzi di cartoncino, ed effettivamente me lo sono chiesto anche io. La soluzione risiede nei settori del campo di battaglia, che viene diviso in 15 parti. Ogni giocatore potrà piazzare le proprie unità nel Fronte o nelle retrovie sinistre, destre o centrali. tra i due schieramenti ci sono tre settori di “carica” o “ingaggio”.

In base alla posizione e al tipo di unità sarà possibile caricare, intercettare la carica, colpire le linee nemiche da distanza o addirittura dalle retrovie.

Il regolamento è univoco per ogni confezione, e solamente alcune abilità speciali delle unità differiscono, rendendo di fatto intercambiabile ogni set.

Le unità dispongono di due dadi colorati, uno nero (per gli scontri ravvicinati) e uno bianco (per i tiri a distanza). 
Se la tesserina di una truppa non dispone dei dadi di un tipo (ad esempio i legionari hanno dadi neri ma non bianchi) non potrà portare a termine quel tipo di attacco.

Potete trovare i regolamenti in inglese ai link sottostanti: in ogni caso sono downloadabili dal sito ufficiale di z-man games.

Celti vs Romani

Persiani vs Macedoni

Orchi vs Elfi

Nordisti vs Sudisti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento